"Ho deciso di eliminare quelle due macchinette che nella mia idea di caffetteria stonavano e al loro posto ho messo una libreria e creato una saletta relax...", racconta Nanni Masala, barista di Sassari, che ha sostituito le slot machine con una piccola biblioteca. E per questo è stato premiato dai concittadini - La storia

A Sassari, un giovane barista, Nanni Masala, ha sostituito le slot machine con una libreria piena di vecchi dischi e libri.

Ho deciso di eliminare quelle due macchinette che nella mia idea di caffetteria stonavano e al loro posto ho messo una libreria e creato una saletta relax”, ha raccontato il giovane, che da due anni gestisce il Bar Università nella città sarda, a La Nuova Sardegna (da cui è tratta la foto nell’articolo).

Per togliere le slot ha dovuto aspettare quasi due anni perché doveva attendere che il contratto di monopolio scadesse, ma è sicuro che ne sia valsa la pena. “Io ci guadagnavo 200/300 euro in più è vero, ma da questo bisogna togliere le spese dell’energia elettrica e le tasse da pagare. Ma la verità è che i 7/8 clienti che ho perso quando ho tolto le slot non erano dei veri clienti del bar, entravano dritti verso le macchinette e mi rivolgevano la parola solo per cambiare i soldi. Nel mio locale preferisco creare un clima completamente diverso“, ha spiegato Nanni Masala.

Adesso nel suo locale, dove un tempo si trovavano le slot, c’è un’area dove ascoltare i dischi e rilassarsi bevendo un té. E del cambiamento se ne sono accorti anche i suoi concittadini: il gruppo Sassari No Slot, nato su Facebook per bandire le macchinette da gioco, ha infatti premiato Masala con una targhetta e una festa, lo Slotmob.

Michela Pilicchi Manca, una delle organizzatrici dello Slotmob, è sicura che quella del barista sia una storia da prendere come esempio anche da molti altri gestori di locali. “Chi come lui preferisce guadagnare meno, ma sentirsi a posto con la propria coscienza e dedicarsi ad accogliere coloro che frequenteranno il suo locale con ben più validi sistemi  merita d’esser scelto per la propria colazione, per l’aperitivo, per una serata con gli amici”, ha detto in occasione dell’evento.


LEGGI ANCHE – Il bar che dice no ai video poker. Al loro posto? Una mini-biblioteca… La storia di Azzurra


LEGGI ANCHE – Fiori e libri al posto delle slot machine

(Visited 40 times, 34 visits today)

Commenti