Inaugurata ad Amatrice, cittadina tragicamente colpita dal terremoto nel centro-Italia, la biblioteca digitale finanziata da Amazon e altri partner - I particolari

Amazon, colosso dell’e-commerce spesso al centro di polemiche, questa volta è protagonista di un’iniziativa benefica: in occasione del World Book Day, è stata infatti inaugurata ad Amatrice, cittadina tragicamente colpita dal terremoto nel centro-Italia, la biblioteca digitale. Come ricorda il comunicato, la donazione della biblioteca digitale rappresenta l’ultimo tassello del progetto promosso da Amazon insieme agli studenti e ai professori dell’Università di Udine, che ha previsto anche il lancio di una piattaforma online attraverso la quale chiunque ha potuto donare un ebook a propria scelta.

La nuova biblioteca di Amatrice si trova nel cuore della città, di fronte al palazzo del Comune, ed è costituita da sei moduli di container che sono stati donati da Vailog ed Engineering 2K. Amazon, supportando il progetto, ha fornito alla biblioteca 20 ereader Kindle, mobili e tavoli da lettura e libri cartacei. Audible, società Amazon che produce e distribuisce contenuti digitali d’informazione e di intrattenimento, partecipa al progetto con la donazione di due tablet da cui poter utilizzare l’app e ascoltare l’intero catalogo di audiolibri digitali, podcast e serie audio.

Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ha partecipato all’inaugurazione e ha dichiarato: “Credo che il luogo culturale e di socializzazione per eccellenza sia la biblioteca comunale. Ad Amatrice ne avevamo una bellissima, avevamo scelto di collocarla dentro una antica e meravigliosa chiesa, quella di San Giuseppe. Oggi la chiesa di San Giuseppe non esiste più, ma è rimasta la voglia di avere un luogo in cui i cittadini possano trascorrere il loro tempo in compagnia di un buon libro”.

 

Commenti