"L'identità è la cosa più difficile da definire di una persona", spiega Andrea Camilleri nell'intervista che ha aperto il festival "Fake" (su ilLibraio.it proponiamo il dialogo sul tema dell'identità in forma scritta). E intanto arriva in libreria il 100esimo libro dello scrittore siciliano

Il 21 e 22 maggio, a Biella, all’interno del Falseum, Museo del Falso, si è tenuta la seconda edizione di Fake: festival del falso e dell’inganno, due giorni in cui si sono alternati dialoghi con storici, scienziati e artisti a spettacoli, laboratori e proiezioni. Quest’anno il festival è stato dedicato al tema dell’identità. Tra gli ospiti, scrittori e giornalisti che hanno approfondito il rapporto tra fiction e realtà nel racconto della loro esperienza. Ha aperto il festival una video intervista ad Andrea Camilleri sui temi del falso e delle identità, di cui riportiamo, una trascrizione per gentile concessione degli organizzatori dell’evento.

Visualizzazione di Andrea Camilleri e Ruggero Poi (1).JPGVisualizzazione di Andrea Camilleri e Ruggero Poi (1).JPGVisualizzazione di Andrea Camilleri e Ruggero Poi (1).JPGVisualizzazione di Andrea Camilleri e Ruggero Poi (1).JPG,camilleri

C’è chi sostiene che la distanza maggiore tra le persone aumenta la possibilità di truffa: questo sia amplifica attraverso la rete?
“Ne sono vittima. C’è un tale che si spaccia per Andrea Camilleri: pubblica la mia foto, dice questo è il sito ufficiale di Andrea Camilleri, interviene nella vita pubblica, dà consigli, firma a mio nome dichiarazioni pazzesche, usa la mia fotografia… è un furto totale di identità. Al contempo è però relativo, perché chi mi conosce bene, chi mi legge bene, sa che io non posso avere formulato delle dichiarazioni in un certo modo. Certo mi dicono che oltre 5000 contatti credono che questo finto Andrea Camilleri sia io”.

Il tema dell’identità è spinoso e su Internet diventa oggetto di contraffazione ma come diceva: “chi mi conosce mi riconosce”.
“Il tema della prossimità non è allora fondamentale: se uno è un mio buon lettore capisce che lo stile, usiamo una parola vecchia, non è il mio. È come riconoscere un quadro finto, per cui dici – la pennellata non è di quel pittore, è diversa -. Sarebbe facile se l’identità fosse veramente quella della carta d’identità che ti da: altezza, colore degli occhi, segni particolari “nessuno”, abita in via…. ma questa è tutto, meno che l’identità di una persona. Sono elementi che concorrono a formare l’identità di una persona, ma l’identità di una persona è data da ben altro che il colore dei suoi occhi o di quello dei suoi capelli”.

Ci sono inoltre più identità in una stessa persona.
“E poi ci sono più identità nelle stesse persone. Senza arrivare agli estremi del Dottor Jekyll e Mister Hyde, nella vita privata finiamo per dire a qualcuno una cosa che a qualcun’altro non avremmo mai detta. Già questa distinzione rispetto a un terzo, è un’identità diversa. Quindi l’identità è la cosa più difficile da definire di una persona, perché gli elementi concorrenti sono tanti, spesso discordanti fra di loro; in più c’è il gioco della variabilità della persona. Uno dei caratteri di individuazione di una persona è proprio quello che si chiama ‘il carattere’, ma se quella persona è minimamente di carattere mutabile, già subito entri nei guai. Puoi fare un falso che abbia una buona approssimazione con la realtà, con la verità, però è sempre un facsimile, e prima o poi si viene a scoprire, si viene a sapere”.

In letteratura ci sono esempi di pluridentità, faccio un esempio: Pessoa ha scritto a più nomi.
“Addirittura lui non li chiama pseudonimi, li chiama eteronomi, e ha ragione. Perché sono scritti in uno stile che non appartiene a Pessoa. Lui ne ha adoperate cinque o sei, ma sono diversissime. Se uno non sa di questo gioco assegna veramente un’identità al falso nome e crede che quel falso nome sia quello dell’autore”.

Lei ha più identità in scrittura?
“A me piace molto falsificare. Per esempio mi è capitato di di scrivere per una collana dell’editore Guida di Napoli, che si intitolava Falsi d’autore. Qui la dichiarazione di falsità era a priori. Ho finto di aver ritrovato una novella del Boccaccio e ho scritto di sana pianta tutta una novella, spiegando poi, con falsi documenti come mai non fosse stata compresa nel Decamerone. La soddisfazione più grossa che ho provato è stata quella di aver vinto il premio Boccaccio. Fingendo di aver scritto una novella del Boccaccio mi è stato assegnato il premio Boccaccio a poca distanza dall’accertata casa di Boccaccio. Devo dire che in questo caso si tratta dell’imitazione di un modo di scrittura, fatta in un modo tale che questa imitazione sembra scritta dall’autore vero. È un gioco di esercizio, di mimesi di diverse componenti, però diciamo che uno studioso vero del Boccaccio si accorgerebbe della falsità della cosa”.

Ed ecco i primi 100 libri dello scrittore siciliano, che ha appena pubblicato, con Sellerio, L’altro capo del filo.

L'altro capo del filo

1 Storia dei teatri stabili in Italia 1898-1918 Cappelli 1959
2 Il corso delle cose Lalli 1978
3 Un filo di fumo Garzanti 1980
4 La strage dimenticata Sellerio 1984
5 La stagione della caccia Sellerio 1992
6 La bolla di componenda Sellerio 1993
7 La forma dell’acqua Sellerio 1994
8 Il birraio di Preston Sellerio 1995
9 Il gioco della mosca Sellerio 1995
10 Il cane di terracotta Sellerio 1996
11 Il ladro di merendine Sellerio 1996
12 La voce del violino Sellerio 1997
13 La concessione del telefono Sellerio 1998
14 Un mese con Montalbano Mondadori 1998
15 La mossa del cavallo Rizzoli 1999
16 Gli arancini di Montalbano Mondadori 1999
17 La gita a Tindari Sellerio 2000
18 La scomparsa di Patò Mondadori 2000
19 La biografia del figlio cambiato Rizzoli 2000
20 Le favole del tramonto Edizioni dell’Altana 2000
21 Racconti quotidiani Libreria dell’Orso 2001
22 Gocce di Sicilia Edizioni dell’Altana 2001
23 L’odore della notte Sellerio 2001
24 Il re di Girgenti Sellerio 2001
25 Le parole raccontate Rizzoli 2001
26 La paura di Montalbano Mondadori 2002
27 L’ombrello di Noè Rizzoli 2002
28 Le inchieste del commissario Collura Libreria dell’Orso 2002
29 Il giro di boa Sellerio 2003
30 La presa di Macallé Sellerio 2004
31 La prima indagine di Montalbano Mondadori 2004
32 La pazienza del ragno Sellerio 2004
33 Privo di titolo Sellerio 2005
34 La luna di carta Sellerio 2005
35 Il medaglione Mondadori 2005
36 Il diavolo tentatore Mondadori 2005
37 La pensione Eva Mondadori 2006
38 La vampa di agosto Sellerio 2006
39 Le ali della sfinge Sellerio 2006
40 Pagine scelte di Luigi Pirandello Rizzoli 2007
41 Il colore del sole Mondadori 2007
42 Le pecore e il pastore Sellerio 2007
43 La novella di Antonello da Palermo Guida 2007
44 La pista di sabbia Sellerio 2007
45 Voi non sapete Mondadori 2007
46 Maruzza Musumeci Sellerio 2007
47 L’occhio e la memoria Palombi 2007
48 Il tailleur grigio Mondadori 2008
49 Il campo del vasaio Sellerio 2008
50 Il casellante Sellerio 2008
51 L’età del dubbio Sellerio 2008
52 La vucciria Skira 2008
53 Un sabato, con gli amici Mondadori 2009
54 Il sonaglio Sellerio 2009
55 Il cielo rubato Skira 2009
56 La danza del gabbiano Sellerio 2009
57 La tripla vita di Michele Sparacino Rizzoli 2009
58 Un inverno italiano Chiarellettere 2009
59 Un onorevole siciliano Bompiani 2009
60 Il nipote del Negus Sellerio 2009
61 La rizzagliata Sellerio 2009
62 La caccia al tesoro Sellerio 2010
63 Acqua in bocca Minimim Fax 2010
64 Di testa nostra Chiarelettere 2010
65 L’intermittenza Mondadori 2010
66 Il sorriso di Angelica Sellerio 2010
67 La storia de ‘Il naso’ l’Espresso 2010
68 La moneta di Akragas Skira 2011
69 Gran circo Taddei Sellerio 2011
70 Il gioco degli specchi Sellerio 2011
71 La setta degli angeli Sellerio 2011
72 Il giudice surra Einaudi 2011
73 Il diavolo, certamente Mondadori 2012
74 La regina di Pomerania Sellerio 2012
75 Dentro il labirinto Skira 2012
76 Una lama di luce Sellerio 2012
77 Una voce di notte Sellerio 2012
78 Un’amicizia Skira 2012
79 Il tuttomio Mondadori 2013
80 La rivoluzione della luna Sellerio 2013
81 Come la penso Chiarelettere 2013
82 Un covo di vipere Sellerio 2013
83 Magarìa Mondadori 2013
84 La banda sacco Sellerio 2013
85 La lingua batte dove il dente duole Laterza 2013
86 La creatura del desiderio Skira 2014
87 Inseguendo un’ombra Sellerio 2014
88 Segnali di fumo Utet 2014
89 La piramide di fango Sellerio 2014
90 Donne Rizzoli 2014
91 Morte in mare aperto Sellerio 2014
92 La Relazione Mondadori 2015
93 Il quadro delle meraviglie Sellerio 2015
94 La giostra degli scambi Sellerio 2015
95 La targa Rizzoli 2015
96 Le vichinghe volanti Sellerio 2015
97 Certi momenti Chiarelettere 2015
98 Noli me tangere Mondadori 2016
99 Quanto vale un uomo Skira 2016
100 L’altro capo del filo Sellerio 2016

Commenti