Da news

A 50 anni da Piazza Fontana: una selezione di libri per ricordare

A 50 anni da Piazza Fontana: una…

"Risorgere" di Pecere è il lascito di una generazione cosmopolita per necessità

"Risorgere" di Pecere è il lascito di…

La proposta dei piccoli editori per una filiera più efficiente

La proposta dei piccoli editori per una…

Felici, innocenti e senza cuore: il tabù dell'innocenza dei bambini in un viaggio nella letteratura

Felici, innocenti e senza cuore: il tabù…

L'emergenza non sono i quindicenni, ma gli adulti che non sanno leggere: l'intervento di Enrico Galiano

L'emergenza non sono i quindicenni, ma gli…

La crescita di piccoli e medi editori

La crescita di piccoli e medi editori

Premio Strega Ragazze e Ragazzi: le cinquine finaliste

Premio Strega Ragazze e Ragazzi: le cinquine…

In Italia le lettrici più forti sono le donne e le ragazze

In Italia le lettrici più forti sono…

"Brave persone": il romanzo di Cosimo Buccarella, finalista a IoScrittore

"Brave persone": il romanzo di Cosimo Buccarella,…

"Segretaria è meno figo di segretario": un estratto dal saggio di Vera Gheno "Femminili singolari - Il femminismo è nelle parole"

"Segretaria è meno figo di segretario": un…

I 25 libri per bambini più belli del 2019 secondo il New York Times

I 25 libri per bambini più belli…

Entrate con Donato Carrisi nella casa delle voci e urlate il vostro nome

Entrate con Donato Carrisi nella casa delle…

L'autore

Georgette Heyer

Georgette Heyer

Georgette Heyer (1902-1974) cominciò giovanissima a raccontare storie ispirate alla Primula rossa della baronessa Orczy per intrattenere il fratello malato. Spinta dal padre, Georgette mise questi racconti in forma scritta e nel 1921, a soli diciannove anni, pubblicò il suo primo romanzo, La falena nera. A partire da lì e fino al 1973 Georgette Heyer scrisse senza interruzione un best-seller dopo l’altro. Il suo costante successo nell’arco di cinquant’anni la conferma come un fenomeno letterario unico nella letteratura inglese del XX secolo, più volte assimilata a Jane Austen o a Charles Dickens per la precisione maniacale nella ricostruzione di ambienti, atmosfere e gergo del XIX secolo inglese, e ammirata da scrittori del calibro di A.S. Byatt e Margaret Drabble, Anthony Burgess e India Knight. Relegata a lungo con un condiscendente disprezzo nel settore rosa, Georgette Heyer si rivela ad anni di distanza un’autrice intelligente, capace di costruire trame suggestive, personaggi credibili e incantevoli, e di assicurare ai propri lettori quella “letteratura d’evasione che offre la possibilità di fuggire dalle tensioni della propria vita soddisfacendo un desiderio universale, che risale all’infanzia, di essere qualcun altro e vivere in qualche altra epoca per qualche ora” (A.S. Byatt).

Citazioni libri autore

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
L’imprevedibile Venetia

L’imprevedibile Vene…

G. Heyer

Condannata a vivere nella solitudine della tenuta di famiglia nello Yorkshire da un padre misantropo, alla sua morte la bella,…

Il dandy della reggenza

Il dandy della reggenza

G. Heyer

Judith e Peregrine Taverner, una ricchissima coppia di fratelli da poco rimasta orfana, si mettono in viaggio per Londra per andare…

La pedina scambiata

La pedina scambiata

G. Heyer

In una notte della Parigi pre-rivoluzionaria, il duca di Avon s'imbatte casualmente in un ragazzino in fuga dalle botte del fratello.…

Sophy la grande

Sophy la grande

G. Heyer

Sophy la grande narra le avventure di un'eccentrica ventenne, che, affidata per alcuni mesi alla zia, darà una…

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.