A Bari, una nave confiscata alla criminalità organizzata è stata trasformata in una biblio-barca per il reinserimento di giovani a rischio di devianza - La storia

Si chiama Kalimchè, la nave confiscata alla criminalità organizzata e trasformata in una biblio-barca che porterà libri, presentazioni, incontri e reading lungo la costa barese.

È stata un’iniziativa del Ministero della Giustizia, quella di restaurare l’imbarcazione per renderla una vera e propria biblioteca itinerante. I lavori sono durati circa un anno e hanno visto il coinvolgimento di tecnici della darsena Mar di Levante, insieme a otto minori sottoposti a misure penali o in carico ai servizi sociali.

L’attività, infatti, ha lo scopo di reinserimento di giovani a rischio di devianza, per questo all’inaugurazione è intervenuto anche don Luigi Ciotti, presidente di Libera, che ha definito la biblioteca, come riporta l’edizione di Bari di Repubblica, “una speranza” per i ragazzi.

Commenti