A Monza, nel quartiere periferico di Sant’Albino, è nata una nuova biblioteca. In realtà non si tratta di una biblioteca nel vero senso del termine, ma di un'area di scambio libri, dove chi arriva prende un volume e in cambio ne lascia un altro...

A Monza, nel quartiere periferico di Sant’Albino (di preciso al centro civico di via Mameli), è nata una nuova biblioteca. In realtà non si tratta di una biblioteca nel vero senso del termine, ma di un’area di scambio libri.

L’idea è venuta agli abitanti del quartiere. “Inizialmente volevamo solo sfruttare quello spazio per favorire l’incontro fra i cittadini che volevano condividere qualche buona lettura”, ha raccontato l’architetto Paola Sacconi, una dei responsabili dell’iniziativa, all’edizione milanese del Corriere della Sera: “L’idea è stata accolta con molto entusiasmo e nel giro di poco ci siamo letteralmente ritrovati sommersi di libri“.

Non essendo possibile effettuare un vero e proprio prestito, di solito chi arriva nella biblioteca porta con sé un volume da scambiare, come se si trattasse di un centro di bookcrossing.

Si possono trovare libri di tutti i generi, dai romanzi rosa ai gialli, dai saggi ai libri di storia, da leggere anche direttamente lì, accomodandosi sulle poltrone che sono state disposte nel luogo, in attesa di renderlo ancora più ospitale e confortevole.

Commenti