"A tutti coloro che hanno deciso di rialzare la testa e mi hanno detto grazie, ne valeva la pena!”. Dalla propria esperienza di debitore e poi creditore nei confronti di grandi istituti bancari europei, Mario Bortoletto ha ricavato un vademecum per difendersi dagli abusi delle banche, dove racconta la storia dei correntisti che ce l'hanno fatta...

Mario Bortolettodopo quattro risarcimenti per il valore di migliaia di euro, pagati ingiustamente, torna in libreria per Chiarelettere con Contro gli abusi delle banche (postfazione firmata da Gianni Dragoni), una raccolta di storie di correntisti che si sono ribellati alle banche (anche grazie ai suoi consigli), un vademecum per “difendersi” dalle insidie celate dietro a mutui, prestiti e conti correnti.

contro-gli-abusi-delle-banche

L’autore, come detto, è riuscito per ben quattro volte a passare da debitore a creditore di diversi colossi bancari nazionali: l’ultima verifica sui suoi conti correnti ha smascherato circa 200.000 euro pagati ingiustamente.

Sono milioni le persone in Italia che hanno problemi con gli istituti di credito: per questo motivo Bortoletto racconta i giochi sporchi sui conti correnti, sui prestiti e sui mutui, consigliando come difendersi.

Su ilLibraio.it un estratto
(per gentile concessione di Chiarelettere)
Questo libro nasce il giorno in cui un tribunale italiano ha stabilito che la mia banca deve restituirmi una cifra importante pagata ingiustamente. Per la quarta volta in pochi anni sono passato da debitore a creditore di un istituto di credito. Per la quarta volta ho messo in ginocchio una grande banca. Secondo le verifiche del perito tecnico avrei pagato su un conto circa 200.000 euro non dovuti.

In questo libro racconto le storie più belle dei correntisti che si sono ribellati e sono passati al contrattacco. Anche grazie ai miei consigli. Le loro storie, come leggerete, sono le vostre storie. Le storie di tantissimi imprenditori e di altrettante famiglie italiane con le spalle al muro a causa delle banche.

Oggi è possibile diventare creditori e non più debitori degli istituti di credito. Questo libro può essere letto anche come un piccolo e agguerrito manuale di autodifesa contro gli abusi. Troverete episodi perfino esilaranti, che strappano sorrisi. Ridere è importante, serve a darsi coraggio, a scansare pessimismo e disperazione. Almeno per un po’.

Una di queste storie è di una correntista di Genova che è arrivata in banca con l’ufficiale giudiziario pronto a mettere i sigilli sulla cassaforte dell’istituto. Il cliente che pignora la banca, il mondo al rovescio. Perché non riderci sopra? Basta ricordarsi che sono tutte storie vere di persone normali, che ci hanno provato e ce l’hanno fatta.

Gli istituti di credito, dopo decenni di irregolarità e malagestione, sanno bene di cosa parliamo e naturalmente corrono ai ripari. Se un correntista in difficoltà riscontra alcuni calcoli errati sul proprio estratto conto e prova a contestarli, come reagisce la banca? Risponde subito e con lettera raccomandata precisando che il rapporto è stato gestito in maniera regolare e secondo le norme e i criteri stabiliti dalla Banca d’Italia. Nessun cedimento, una replica che non ammette contraddittorio. Più della metà dei correntisti a questo punto si spaventa e si ferma. La banca dunque ha ragione, pensano. Inutile insistere. Gli altri sono già in rosso e hanno paura di doversi imbarcare in spese legali che peggiorino una situazione già problematica. Figuriamoci: Davide contro Golia, chi vuoi che vinca? La reazione più comune è arrendersi.

Sono pochi i correntisti che vanno avanti. Sono loro i protagonisti di questo libro. Nell’ultimo anno ho seguito circa mille perizie su conti correnti, mutui, prestiti e leasing di altrettanti cittadini italiani, da Nord a Sud, che dimostrano molte irregolarità praticate dalle banche. Le loro storie arrivano da un paese in cui almeno 10 milioni di persone risultano avere problemi con gli istituti di credito.

(continua in libreria…)

Mario Bortoletto è un imprenditore edile di Vigonza (Padova). Nel 2004 il suo lavoro subisce i primi effetti della crisi economica. Le banche cominciano a chiedergli di rientrare. Nel 2008 decide di passare al contrattacco. Ha ottenuto, a oggi, quattro vittorie e risarcimenti per somme pagate ingiustamente. Nel 2014 ha pubblicato La rivolta del correntista (Chiarelettere, più volte ristampato, ora disponibile in edizione tascabile).
Nel 2015 ha fondato un movimento contro gli abusi delle banche. Il suo sito è www.mariobortolettousurabancaria.it. Il suo indirizzo email è mariobortoletto@gmail.com.

LEGGI ANCHE:

Le confessioni di un ex manager bancario
Io-so-e-ho-le-prove

Commenti