Nei corridoi di Segrate (e non solo) se ne parla da giorni, e ora arriva l'ufficialità: Carlo Carabba ha lasciato la poltrona di responsabile della narrativa italiana Mondadori...

Nei corridoi di Segrate (e non solo) se ne parla da giorni, e ora arriva l’ufficialità: Carlo Carabba ha lasciato la poltrona di responsabile della narrativa italiana Mondadori, il più grande editore nostrano per quota di mercato, per passare ad HarperCollins Italia: dal prossimo 19 novembre Carabba sarà il responsabile editoriale della Fiction Italiana della casa editrice guidata da Laura Donnini: “Nel suo ruolo  avrà la responsabilità dello scouting, acquisizione e sviluppo degli autori italiani, a diretto riporto della Direttrice editoriale Sabrina Annoni“,  chiarisce una nota.

Classe ’80, romano, laureato in Storia della filosofia moderna, Carabba per alcuni anni è stato coordinatore di redazione della storica rivista Mondadori Nuovi Argomenti. È anche poeta (ha pubblicato le raccolte Gli anni della pioggia, peQuod 2008, premio Mondello per l’opera prima, e Canti dell’abbandono, Mondadori, 2011, premio Carducci e premio Palmi) e nei mesi scorsi ha esordito nella prosa con Come un giovane uomo (Marsilio), libro candidato al premio Strega.

Con l’arrivo di Carabba HarperCollins Italia si riorganizza così: la Fiction straniera sarà affidata a Ilaria Marzi, la Non Fiction a Chiara Scaglioni e la Varia a Patrizia Segre.

Annoni commenta con queste parole il nuovo arrivo: “Con il suo talento e la sua profonda conoscenza della realtà editoriale italiana Carlo Carabba contribuirà a rendere HarperCollins Italia sempre più attraente per gli autori, i librai e i lettori”.

Resta da capire come a Segrate – dove in questa fase acquisisce un ruolo importante la figura del consulente Alberto Rollo – decideranno di sostituirlo…

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO…

Commenti