Due colleghi più che trentenni decidono di andare a vivere insieme: ma come fare con le rispettive librerie, se non c'è spazio per tutti i libri? Ecco i consigli di Cristina Foschini

Domanda: qual è la cosa più complicata da risolvere quando due colleghi più che trentenni decidono di andare a vivere insieme?

-Che la casa di lei è azzurra e verde acqua e quella di lui marrone e arancio ? No!

-Che lei ha una dispensa praticamente vegana e lui una del tutto carnivora? No!

-Che lei ha già riempito la “metà vuota” di casa sua di piante? No!

-Che hanno una quantità mirabolante di libri e in certi casi gli stessi? Esatto!

Ma se non ci stanno tutti nelle librerie della nuova casa, che fare? Con quali criteri scegliere di tenere la copia dell’uno o dell’altro? Perché nella follia del lavoro editoriale si può decidere che si vuole tenere in casa un’intera collana di libri, “solo” perché se ne è decisa la creazione, 5 anni prima. Motivi sentimentali, si potrebbe pensare, ma se è una collana di tascabili e ripete praticamente tutti i libri che hai in edizione maggiore? Vale lo stesso? Uno è stato letto e l’altro no. Si tiene quello letto, va bene? E l’altro? Non ce ne disferemo mica? No, lo portiamo nella casa al mare. Ah, va bene! E con quale criterio li disponiamo? Narrativa per paese di provenienza e poi saggistica politica, d’inchiesta, scientifica, poesia a sé, libri sull’editoria. Va bene decidi tu. La bibliotecaria di casa sei tu, però mi aiuti a trovare un libro se non lo trovo. E se poi ci lasciamo? Come si fa a ridividere le nostre biblioteche? Nick Hornby, di passaggio a Milano per promuovere Come diventare buoni si appassiona al nostro dramma e ci risolve il problema. Ragazzi: ho la ricetta per voi. Tira in alto una monetina: testa o croce? Testa ! Bene, allora tu (e guarda me) inizierai a scegliere il primo libro che ti porterai via nella tua nuova vita e così continuerete, scegliendone uno a testa. A giudicare dalle vostre librerie, non vi separerete mai! E in effetti, reggiamo ancora… Grazie Nick!

 

 

Commenti