Dai gatti assassini a quelli che saltano nei cerchi di fuoco, dai supereroi "multiculturali" alle astronavi dal design surreale... In rete se ne parla da giorni: ecco una selezione (aggiornata) di copertine "agghiaccianti" - #KindleCoverDisasters

Se abbiamo raccontato della copertina del libro che “sceglie” il proprio lettore, dobbiamo, anche per onestà, dire che molto spesso è impossibile non giudicare l’immagine che un libro da di sé; alcuni libri sono ricordati anche per l’immagine di copertina, Il Padrino di Mario Puzo, con la mano del burattinaio, Jurassic Park di Micheal Crichton, con lo scheletro del T-Rex, Ecstasy di Irvine Welsh, con il personaggio che tiene fra i denti un pastiglia a forma di “e”.

Nell’era degli e-book, e in particolare del self-publishing via Kindle, vogliamo andare in controtendenza: invece di parlare delle copertine più belle vi presentiamo una selezione delle più divertenti e delle più sconcertanti in circolazione, che sono da giorni in aggiornamento sulla pagina kindlecoverdisasters di tumblr. Ecco la nostra selezione (qui, invece, quella del Guardian)…

Un tenero gattino che salta in un cerchio infuocato; da notare la fantasia di palme sullo sfondo;

In questo caso, invece, ci sono tutti gli elementi che fanno capire che i ragazzi protagonisti della storia sono due “bulli”: le pose da palestrati (anche se il fisico non è dei migliori), un orso decisamente arrabbiato, lingue di fuoco, un’aquila, una biondina indifesa e un motoscafo che sfreccia;

Quello che i grafici definirebbero un “Paint abuse”, una copertina fatta con un collage in Paint con poco rispetto delle proporzioni. Il cervo con l’occhio di Dio tra le corna fa si che questa copertina finisca nella sottocategoria delle “divertenti”…

Il viaggio per salvare la terra è divertentissimo: basta avere un’astronave a forma di aquila chiamata “Eagle bird one” con i motori turbo che sembrano dei pennelli o delle candele… Paint abuse vol. 2;

Dollari (ben 700!), primo piano di donna ammaliante, e uomo elegante riflesso negli occhiali… Tutto chiaro, ma il tocco di stile è uno solo: i dollari non si riflettono nelle lenti: d’altronde il libro è un thriller misterioso;

Un volto di gatto dagli occhi assatanati, una macchia di sangue degna degli effetti speciali dei film horror di “serie z”, una goccia di sangue che gronda dal titolo… Il problema è che gli occhi del gatto sono talmente finti e il suo pelo talmente morbido che è impossibile non immaginarsi un “Miao!”: sì stizzito, ma per niente horror;

Un coniglio senza bocca con gli occhioni verde smeraldo, la punta delle zampe tinta di prato e un misterioso puntino blu sulla fronte… Paint abuse vol. 3;

E veniamo a due copertine a loro modo “sconcertanti”:

multicultural

“Come disegnare supereroi multiculturali”: sicuramente non così;

You’re annoyed?

L’indiscusso vincitore della categoria: come non notare, dall’espressione, la voglia di combattere contro la noia? “Sono annoiato” dice il titolo del libro, “Sono arrabbiato”, “Non ne posso più”; “Basta!”, è quello che invece dice la copertina.

LEGGI ANCHE:

Arriva dall’Olanda la copertina che “sceglie” il proprio lettore

 

Commenti