"Sono lusingato. Si tratta di un'insperata pubblicità. Una trovata strepitosa, ringrazio la rivista...". Erri De Luca commenta con ilLibraio.it la vittoria al Bad Sex in Fiction Award: "E' difficile dire qualcosa di nuovo in materia di sesso dopo il '900, in cui gli scrittori si sono presi grandi libertà"

Erri De Luca, come ha preso la vittoria del Bad Sex in Fiction Award, il premio alla peggior scena di sesso narrata da uno scrittore, che dal 1993 viene assegnato dalla rivista Literary Review e che quest’anno, come abbiamo raccontato, è stato assegnato a lei, per l’edizione inglese de Il giorno prima della felicità, uscito da Penguin nel luglio scorso?
“Sono lusingato. Si tratta di un’insperata pubblicità. Una trovata strepitosa, ringrazio la rivista…”.

Dunque non è offeso?
“Affatto. La traduzione de Il giorno prima della felicità non ha ottenuto grandi riscontri finora. Mi auguro che questo premio possa aiutare molto quel libro”.

Quindi non si è pentito per aver scritto la scena poi “premiata” (che si può leggere qui, ndr)…
“A me quella scena piaceva. Certo, è difficile dire qualcosa di nuovo in materia di sesso dopo il ‘900, in cui gli scrittori si sono presi grandi libertà”.

Non potrà negare che sarebbe stato meglio ricevere altri premi, però…
“E infatti lo riceverò a breve, il prossimo 7 dicembre, quando il Parlamento Europeo mi premierà per la traduzione francese de Il più e il meno…”.


LEGGI ANCHE – La peggior scena di sesso dell’anno? Nel libro di Erri De Luca 

Commenti