"Di Battista è amico dei miei figli. Francesco, da quest'anno amministratore delegato della Fazi, e Thomas. Tra loro parlano tanto anche di libri. Lui è un lettore competente, e conosce bene diversi titoli della collana. Da qui l'idea della collaborazione". Quanto alle posizioni politiche dell'ex deputato del M5S, "in casa editrice ognuno ha la sua visione del mondo, non la pensiamo certo tutti allo stesso modo..." - I particolari

Ancora una polemica politica che coinvolge il mondo librario: dopo il caso “Altaforte” al Salone del libro di Torino, ora a far discutere è la collaborazione tra Alessandro Di Battista, ex deputato del Movimento 5 Stelle, e la casa editrice Fazi. Secondo l’AdnKronos, Fazi Editore ha infatti affidato a Di Battista la responsabilità di curare la collana di saggistica.

Per verificare la notizia, ilLibraio.it ha contattato il presidente del marchio romano, Elido Fazi: “Non seguo le discussioni sui social. Ci tengo però a precisare che la collaborazione con Di Battista, che partirà dal primo giugno, sarà temporanea, di sei mesi, e che sarà legata a una nostra collana, Le Terre. Si tratta di una consulenza”.

L’editore spiega poi che “Di Battista è amico dei miei figli. Francesco, da quest’anno amministratore delegato della Fazi, e Thomas. Tra loro parlano tanto anche di libri. Di Battista, che conosco, è un lettore competente, e conosce bene diversi titoli della collana. Da qui l’idea di una collaborazione. Le Terre si occupa di saggistica italiana e internazionale, e con l’aiuto di Di Battista continuerà a raccontare tematiche importanti legate sia al nostro Paese sia al resto del mondo”. Per il momento, però, nessuna anticipazione sui titoli in uscita nei prossimi mesi frutto della consulenza in arrivo.

Quanto alle posizioni politiche di Di Battista, Elido Fazi conclude: “In casa editrice ognuno ha la sua visione del mondo, non la pensiamo certo tutti allo stesso modo. Siamo politicamente faziosi. Spero solo che il lavoro che faremo con Di Battista venga giudicato senza pregiudizi, e che si giudichino i libri che usciranno nei prossimi mesi, non altro”.

Come si legge sul sito della casa editrice, i libri de Le Terre attualmente hanno “un taglio prevalentemente geopolitico ed economico, anche se la collana mantiene una voluta multidisciplinarietà. Gore Vidal, Jacques Attalì, Robert B. Reich, Parag Khanna, Roberto Mangabeira Unger e Christian Salmon sono solo alcuni degli influenti pensatori e intellettuali del nostro tempo a cui la collana dà voce, nella convinzione che il dibattito interculturale sia fondamentale per rispondere alle sfide del presente”.

 

 

Commenti