Mattia De Bernardis, editor della saggistica della casa editrice, racconta a IlLibraio.it il senso della nuova collana curata da Massimo Recalcati, e che parte con due uscite: "Antonio Gramsci" di Diego Fusaro ed "Enzo Paci" di Carlo Sini

Arrivano in libreria per Feltrinelli i primi due titoli della nuova collana Eredi, curata da Massimo Recalcati: si tratta di Antonio Gramsci di Diego Fusaro ed Enzo Paci di Carlo Sini.

Mattia De Bernardis, editor della saggistica della casa editrice milanese, a IlLibraio.it spiega così il senso della collana: “Eredi rappresenta il tentativo di pensare in modo nuovo ai grandi autori, pensatori, intellettuali e artisti, su cui spesso si fanno lunghe biografie o studi accademici. L’intuizione di Massimo Recalcati, che la casa editrice ha accolto con interesse e entusiasmo, è che ogni intellettuale ha fra questi uno o più  maestri, ‘padri simbolici’, di cui si sente erede. Questa eredità non è tanto e solo nelle teorie e nei concetti, ma è un nucleo di vita intellettuale che pulsa e parla oltre le distanze di tempo, spazio e culture. Un’eredità che ogni autore della collana vuole condividere con i suoi lettori, perché, come scrive Recalcati, ‘veniamo sempre da un orizzonte che ci ospita e ci supera e siamo sempre impegnati in un processo di ripresa in avanti di questo stesso orizzonte'”. Al momento, sono in programma “tra le quattro e le sei uscite all’anno”.

DiegoFusaroFeltrinelli

Sini

 

E a proposito delle prossime uscite, l’editor aggiunge: “Stiamo lavorando a moltissime idee, ma non voglio svelare troppo, oltre al titolo che abbiamo già presentato ai librai, il Deleuze di Rocco Ronchi, che uscirà nei prossimi mesi. I maestri intorno a cui stiamo ragionando sono molti, perché la collana non ha un intento ‘disciplinare’, ma cerca la varietà: da Sant’Agostino a Freud, da Foucault a Keynes, da Simone Weil a Hannah Arendt“. Staremo a vedere…

Commenti