Francesca Bonafini, nata a Verona ma bolognese d'adozione, è in libreria con il suo esordio nel mondo della letteratura per ragazzi con "Celestiale", "una storia per i coraggiosi che non temono l’amore"...

Francesca Bonafini, nata a Verona ma bolognese d’adozione, è in libreria con il suo esordio nel mondo della letteratura per ragazzi con Celestiale (Sinnos editore), “una storia per i coraggiosi che non temono l’amore”.

celestiale francesca bonafini

Maddalena frequenta la seconda media, adora il Portogallo, come suonano le parole in bocca e i vari significati che hanno, la musica dei Madredeus, le amiche e Fabrizio Fiorini, che è più grande ed è proprio celestiale. Fabrizio Fiorini è buono, timido e gentile, crede che quella ragazzina di seconda media che ogni tanto gli parla in autobus sia celestiale, ma lui non si sente all’altezza. E poi c’è il fratello di Maddalena, Ivano, che proprio proprio celestiale non sembra essere.

Tra fraintendimenti, avanzate e arretramenti, lacrime e sorrisi, Francesca Bonafini, autrice fino a oggi di libri per adulti, racconta, non senza giocare con il linguaggio, di quanto l’amore sia ingarbugliato in un’età di per sé ingarbugliata. Ma racconta anche quanto sia stupido averne paura.

Bonafini  scrive e ha scritto su diversi quotidiani e riviste, ha pubblicato i romanzi Mangiacuore (Fernandel), e, con Avagliano, Casa di carne e La cattiva reputazione.

Commenti