In libreria "Il libro nero della Lega", l'inchiesta di Giovanni Tizian e Stefano Vergine che, documenti e ricerche alla mano, cerca di svelare le trame finanziarie e politiche del partito del ministro dell’Interno

Un libro frutto di un lungo lavoro giornalistico. Firmato da due cronisti 35enni, Giovanni Tizian e Stefano Vergine, che per L’Espresso negli ultimi anni hanno firmato diverse inchieste a quattro mani dedicate al partito guidato dal vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini (articoli per cui, tra l’altro, ricevuto il Premio Franco Giustolisi “Giustizia e Verità” 2018):  parliamo de Il libro nero della Lega, pubblicato da Laterza, di cui L’Espresso ha anticipato due estratti nei giorni scorsi (anteprime che, a dire il vero, hanno colpito l’attenzione di molte testate internazionali, ma non quella dei media nazionali).

il libro nero della lega

Un libro (ricco di documenti) che, come sottolinea la presentazione, prova a rispondere a domande come: che fine hanno fatto i 49 milioni di euro della truffa sui rimborsi elettorali architettata da Umberto Bossi e Francesco Belsito? E perché Salvini dice di non aver mai visto un euro di quel tesoro? Chi sono i nuovi finanziatori del partito? E ancora, come mai il ministro dell’Interno per sfondare al Sud si è circondato di personaggi equivoci? E quali segreti si celano dietro le alleanze strette dal leader della Lega con Vladimir Putin e Donald Trump?

 

 

Commenti