Lo scrittore americano Glenn Cooper, molto amato dai lettori italiani, torna in libreria con "Il sigillo del cielo". L'uscita del nuovo romanzo è l'occasione per un viaggio nella produzione dell'autore de "La biblioteca dei morti"

Storia, avventura e mistero: i libri dello scrittore americano Glenn Cooper sono da sempre molto apprezzati dai lettori italiani, dove è pubblicato da Nord (e da Tea in tascabile).

Dopo essersi laureato in archeologia all’università di Harvard, Cooper ha conseguito un dottorato in medicina ed è il presidente di una delle più importanti industrie di biotecnologie nel Massachusetts. Ha sempre avuto anche altri interessi, a partire dalla scrittura, ovviamente. Si è occupato di sceneggiature e produzioni cinematografiche, e nel 2009 ha esordito in veste di autore, con il bestseller La biblioteca dei morti. Ha così preso il via una carriera letteraria di successo (i suoi libri tradotti in oltre 30 lingue e venduti in milioni di copie).

I romanzi di Glenn Cooper sono particolari, non solo per gli elementi avventurosi, l’ambientazione storica e la presenza di personaggi realmente esistiti, ma anche per i temi filosofici che vengono approfonditi. In ogni libro, infatti, l’autore fa luce su alcuni dei grandi misteri dell’umanità (per esempio il destino e la predestinazione, la natura del male, l’intersezione tra scienza e fede e la concezione della vita nell’aldilà).

In occasione dell’uscita del suo nuovo romanzo, Il sigillo del cielo, proponiamo un viaggio nella sua produzione narrativa.

La biblioteca dei morti

LA BIBLIOTECA DEI MORTI

Dal libro d’esordio è nata una trilogia, composta da La biblioteca dei morti, Il libro delle anime e Il tempo della verità, il cui protagonista è il detective dell’F.B.I., Will Piper, alla caccia del serial killer soprannominato Doomsday (Giorno del Giudizio). La sua caratteristica è quella di mandare alla sue vittime delle cartoline con la data della morte, riuscendo a prevederla immancabilmente. Nel corso delle indagini Piper si ritrova ad ammettere l’esistenza di una biblioteca, le cui origini affondano nel medioevo, contenente degli strani volumi, riempiti delle date di nascita e di morte di tutte le persone presenti sul pianeta. Questa è la trilogia in cui Cooper si concentra sul problema della predestinazione e sull’esistenza di un destino che ha già deciso tutto per noi.

Alla trilogia originale Cooper ha poi aggiunto un quarto libro, I custodi della biblioteca, ambientato nel 2026 e durante il quale il detective Piper, ormai in pensione, scopre altri particolari sulla biblioteca e sui frati dai capelli rossi che hanno scritto i volumi generazione dopo generazione.

Trilogia dei dannati

Dannati

Composta dai tre volumi Dannati, La porta delle tenebre e L’invasione delle tenebre, questa trilogia ha per protagonisti John, ex soldato e ora addetto alla sicurezza in un centro di ricerca scientifica, ed Emily, fisica teorica che lavora nello stesso centro di ricerca. Tutto ha inizio quando, durante un esperimento per cercare la prova dell’esistenza dei gravitoni, nel laboratorio si apre un portale verso l’Inferno, dentro cui vengono attirati i due protagonisti. Qui vengono a contatto con tantissime persone, tra queste anche figure conosciute della storia, tra cui Garibaldi, Alessandro Borgia, Federico II e Himmler. Ogni romanzo esplora quindi la possibilità che ci sia vita dopo la morte…

La mappa del destino

LA MAPPA DEL DESTINO

L’archeologo Luc Simard, si ritrova coinvolto nel ritrovamento di alcune grotte interamente decorate con splendidi dipinti rupestri. Nel frattempo, il romanzo lascia intravedere al lettore dei flashback del passato, in cui l’abate dell’abbazia di Ruac, Menaud, sfoglia un volume impreziosito da disegni di animali e di piante. È scritto in codice, ma le prime parole sono in latino: “io, Barthomieu, monaco dell’abbazia di Ruac, ho duecentoventi anni. E questa è la mia storia”. Durante tutta la storia tessuta da Cooper ci ritroviamo a scoprire i segreti di quei disegni rupestri, di un manoscritto medievale che contiene un grande segreto e in un’avventura che potrebbe significare la morte del protagonista, perché si è avvicinato troppo a scoprire la verità.

Il marchio del diavolo

IL MARCHIO DEL DIAVOLO

A Roma, nel presente, una suora studia i misteri contenuti nell’antico colombario di San Callisto, oltre ai disegni astrologici sul soffitto, intorno a lei ci sono decine di scheletri caratterizzati da un’anomalia inquietante: la stessa anomalia del sicario che, anni prima, aveva cercato di ucciderla. Decisa a far luce sul mistero, suor Elisabetta entra in possesso di un rarissimo esemplare del Dottor Faust di Marlowe e intuisce che quei versi sono il codice per svelare il cerchio diabolico che lega passato, presente e futuro. Perché il Papa è morto, il conclave è alle porte e una profezia sta per compiersi. Anche in questo romanzo il lettore si vede trasportato avanti e indietro nel tempo, per raccogliere tutti i dati necessari a risolvere il mistero.

Il calice della vita

IL CALICE DELLA VITA

Nell’Inghilterra del XV secolo, Thomas Malory sa di avere fallito, proprio come tutti coloro che lo hanno preceduto. Ormai ha una sola ragione di vita: proteggere la chiave che dà accesso a un segreto antichissimo. E ha un solo modo per farlo: scrivere un’opera sulle gesta di re Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda. Nel presente, Arthur Malory affronta la sfida, raccoglie l’eredità lasciatagli dal suo antenato e, seguendo gli indizi che Thomas ha inserito nella sua opera, si mette alla ricerca del Sacro Graal

Il segno della croce

Il segno della croce

Dopo ore di faticoso cammino nell’infinito deserto di ghiaccio dell’Antartide, il gruppo di uomini raggiunge il punto segnato sulla mappa. E lo individuano: l’ingresso di una caverna. Quando entrano, si trovano davanti un museo ideato per conservare reperti che il mondo crede perduti. Ma quegli uomini sono lì per due oggetti soltanto. E adesso li stringono tra le mani. Ne manca ancora uno, poi l’alba di una nuova era sorgerà sul mondo. Nel frattempo, in un piccolo paese dell’Abruzzo, un giovane sacerdote si alza dal letto. La fasciatura intorno ai polsi è intrisa di sangue. Con cautela, il prete scioglie le bende. Le sue suppliche non sono state esaudite, le piaghe sono ancora aperte. Il sacerdote chiude gli occhi e inizia a pregare: che gli sia data la forza di superare quella prova, che nessuno venga mai a conoscenza del suo segreto…

Il debito

Il debito

Forse non è il paradiso, ma per Cal Donovan, docente di Storia della religione, è come se lo fosse. Per ringraziarlo del suo ruolo cruciale nel caso del sacerdote con le stigmate, papa Celestino VI ha infatti concesso a Cal un privilegio straordinario: l’accesso illimitato alla Biblioteca Vaticana e all’Archivio Segreto Vaticano. E Cal ne approfitta subito per le sue ricerche su un oscuro cardinale italiano vissuto a metà dell’Ottocento. Ed è così che s’imbatte in una lettera privata del segretario di Stato dell’epoca, in cui si fa riferimento a un banchiere e alla necessità di trasferirlo in gran segreto fuori Roma. Quella strana vicenda lo attira come una calamita, non può tuttavia immaginare che, dalle pagine ingiallite, emergerà un fatto sconcertante: un ingente debito – mai restituito – contratto in segreto dalla Chiesa con una banca gestita da una famiglia ebrea. Né può prevedere la sorprendente richiesta di Celestino: trovare le prove che quel debito è ancora valido. Ma quali saranno le reali intenzioni del papa?

I figli di Dio

I figli di Dio

Tre ragazze vergini in tre parti differenti del mondo (Maria nelle Filippine, Mary in Irlanda e María in Perù) rimangono misteriosamente incinte. Sconcertato, il Papa decide di affidare a Cal Donovan il compito d’incontrare le tre per capire se quello che è successo sia un miracolo autentico. E Cal si mette subito in viaggio. Prima parla con la ragazza filippina, poi con quella irlandese. Entrambe sono disorientate e confuse. E hanno un altro punto in comune: qualche tempo prima, mentre tornavano a casa, tutte e due sono state accecate da una luce abbagliante e hanno sentito una voce dire: “Sei stata scelta”. Poi Cal vola in Perù, ma non riuscirà a incontrare l’ultima Maria: la ragazza è scomparsa. E, nel giro di poche ore, anche delle altre due vergini si perdono le tracce. Cosa sta succedendo? Chi ha preso le tre ragazze? Mentre il mondo s’interroga sulla loro sorte, Cal intuisce che forze oscure, fuori e dentro il Vaticano, hanno messo in moto un piano per destabilizzare dalle fondamenta il papato di Celestino VI.

Il sigillo del cielo

Il sigillo del cielo

Cal Donovan è un uomo d’azione. Eppure, non appena riceve la notizia che sua madre è stata uccisa, si sente crollare la terra sotto i piedi. All’apparenza sembrerebbe un furto andato male, se non fosse che in casa non manca nulla. I presunti ladri hanno messo a soqquadro ogni stanza, senza prendere né gioielli, né quadri, né contanti. Che cosa cercassero, Cal lo scopre dopo qualche giorno, in una scatola da scarpe nascosta in fondo a un armadio. Un pacco ancora sigillato che suo padre aveva mandato dall’Iraq trent’anni prima. All’interno, c’è l’ossessione che ha tormentato avventurieri e imperatori, il segreto per cui hanno dato la vita santi e ciarlatani, la minaccia che deve restare sepolta, per il bene del mondo. E ora tocca a Cal proteggerla…

Commenti