"I libri danno libertà, aiutano a comprendere meglio la realtà e sviluppano il senso della comune cultura". A Roma al via Più libri, più liberi con il messaggio del presidente della Repubblica

In occasione dell’inaugurazione di Più libri più liberi, la fiera nazionale della piccola e media editoria in corso a Roma, arriva il messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, secondo cui “i libri danno libertà, aiutano a comprendere meglio la realtà e sviluppano il senso della comune cultura”. E ancora: “Più libri più liberi è divenuta negli anni un evento di rilievo per la cultura italiana e un’occasione preziosa di confronto tra autori, editori, mondo dell’informazione, cittadini”.

Per Mattarella “l’industria del libro e il suo mercato stanno cambiando profondamente, sotto la spinta delle grandi trasformazioni tecnologiche e dei sempre più veloci veicoli della comunicazione. Cambiano i linguaggi e, con essi, i modi e i tempi della lettura. I piccoli e medi editori sono chiamati ad affrontare problemi inediti e impegnativi, a partire da quello della distribuzione e della visibilità dei loro prodotti. Ma fortunatamente nuovi libri compaiono nelle librerie, ossatura della cultura nazionale. I titoli sono in crescita: prova di vivacità e di pluralismo”.

Per il Capo dello Stato “le nuove tecnologie ci offrono straordinarie opportunità per conoscere, per elaborare, per comunicare: per l’editoria il confronto con questi strumenti è irrinunciabile. Il libro resta comunque uno strumento insostituibile per suscitare emozioni, per stimolare le coscienze, per sviluppare il pensiero…”.

Commenti