Se è vero che in Italia si pubblicano circa 70mila titoli l'anno, non è molto diversa la situazione negli altri Paesi: la Francia nel 2017 ha pubblicato 104mila titoli, la Germania 72.499, la Spagna 87.262, il Regno Unito 173mila - Se ne parla a Roma a "Più libri più liberi"

Più di 35mila (35.303) novità pubblicate dalla piccola e media editoria solo nel 2017: più della metà (il 51,9%) di tutti i titoli nuovi pubblicati complessivamente nello scorso anno (oltre 68mila). Ma come li trovo? Proprio a questo risponderà l’incontro Troppe novità da presentare? I piccoli editori e la promozione (in collaborazione con Aldus), in programma il 7 dicembre alle 10.30 in sala Aldus a Più libri più liberi, la Fiera nazionale della piccola e media editoria, in programma fino al 9 dicembre al Roma Convention Center La Nuvola.

Un nuovo modo per dialogare tra operatori, in cui i responsabili delle catene racconteranno ai piccoli editori i criteri che adottano per scegliere o meno un titolo della piccola e media editoria e portarli nelle librerie. In realtà il discorso però  – come sottolinea il comunicato di presentazione -sarà molto più ampio. Se è vero che in Italia si pubblicano circa 70mila titoli, non è molto diversa la situazione negli altri Paesi: la Francia nel 2017 ha pubblicato 104mila titoli, la Germania 72.499, la Spagna 87.262, il Regno Unito 173mila. Temi comuni, sfide comuni su cui dialogheranno Fabio Abate(Promedi), Luigi Cavo (PDE), Mauro Frigerio (Emme promozione), introdotti da Diego Guida (presidente Gruppo Piccoli editori dell’AIE) e moderati da Lorenzo Armando (Lexis).

Dalla visibilità alle eccellenze del segmento. Le guide di viaggio sono un altro dei sottogeneri di cui si occupa la piccola editoria. Per questo saranno al centro dell’incontro, in collaborazione con Nielsen, Le eccellenze della piccola editoria: l’editoria turistica e di viaggio, in programma il 7 dicembre alle 15.30 in Sala Aldus. Ne parleranno, a partire dai dati, Vittorio Anastasia (Ediciclo Editore) e Angelo Pittro (Lonely Planet Italia), moderati da Mauretta Capuano (Ansa).

Delle possibilità che apre l’accessibilità della lettura attraverso un uso innovativo delle tecnologie per ampliare il bacino di lettori si discuterà invece nell’incontro a cura di Fondazione LIA – Libri italiani accessibili Perché produrre e-book accessibili?, in programma il 7 dicembre alle 16.30 in Sala Aldus. Ne parleranno Cristina Mussinelli Denise Nobili di Fondazione LIA.

Commenti