Sinossi

Dalla nascita dei primi ristoranti nella Parigi post-rivoluzionaria del 1789 (la ghigliottina aveva lasciato i grandi chef dei nobili senza lavoro e quindi avevano dovuto inventarsi un nuovo mestiere) fino alla catastrofe culinaria delle grandi catene di fast food, Adam Gopnik ci conduce in un viaggio nel mondo della cucina e del cibo. Americano innamorato della Francia, del suo modo di cucinare, Gopnik racconta l'evoluzione del nostro rapporto con il cibo, con interessanti e divertenti digressioni nel mondo affascinante e inebriante dei vini, ambito nel quale un bordeaux francese ha subito la vergognosa sconfitta da parte di un cabernet californiano in un blind contest (come dice Gopnik, qualcosa di simile a quello che avrebbero provato gli americani nel vedersi sconfitti a basket dalla Lituania). In mezzo ci sono riflessioni sul gusto, sul significato del bere e del mangiare, ma anche spassose interviste a chef inglesi diventati campioni della cucina tradizionale, qualche ironia sui giapponesi che acquisiscono i grandi marchi e un po' di satira letteraria su una categoria che Gopnik considera nefasta: gli autori di libri sui vini!

  • ISBN: 8860889049
  • Casa Editrice: Guanda
  • Pagine: 352

Dove trovarlo

€22,00

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai