copertina L'isola senza ponte

L'isola senza ponte

Tutti i formati dell'opera

Acquistalo

Sinossi

«Abitavo già qui, poi ci sono nato»: la dichiarazione d'amore di Borges a Buenos Aires potrebbe essere fatta propria da ogni siciliano per la sua isola. Con una differenza: essendo la Sicilia, al centro del Mediterraneo, crocevia di umori e dolori della Storia, luogo per eccellenza degli opposti che s'incontrano e si scontrano, ogni siciliano nutre in cuor suo per lei un sentimento di amore/disamore che alimenta rancori, disincanti, sindrome del figliol prodigo. Allo stesso modo, per Matteo Collura, ogni «abbandono» è il pretesto per un continuo ritorno; ogni tentativo di uscire dal labirinto equivale a entrarvi sempre di più. La Sicilia come seduzione e nostalgia, metafora. Più si cerca altrove, più l'altrove nell'isola senza ponte vissuta come luogo assoluto, a parte: prima e più di ogni altra cosa, destino. Dunque non si tratta di scoprire, ma di inseguire le tracce di una mappa emotiva i cui topoi s'intersecano e si riflettono l'un l'altro. Così, Pirandello convive con il tarlo della follia; i «vinti» verghiani con quelli di una guerra civile lontana; l'enigmatico sorriso d'Ignoto di Antonello con la messa in scena della morte: storie di demoni e dei, di sogni interrotti e incubi di pietra, di riti, catastrofi e quotidiane gattoparderie in cui il passato è la sola chiave per capire gli enigmi del presente, e viceversa.

Per L'isola senza ponte, a Matteo Collura è stato attribuito il Premio per la Cultura Mediterranea - Fondazione Carical 2009, nella sezione Narrativa.

  • ISBN: 8850218125
  • Casa Editrice: TEA
  • Pagine: 224
  • Data di uscita: 02-04-2009

Dove trovarlo

€9,00

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Eventi

Nessun evento disponibile al momento

Tutti gli eventi

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai