"Brave con la lingua. Come il linguaggio determina la vita delle donne" è un progetto torinese tutto al femminile che raccoglie 14 racconti di 14 autrici, i cui proventi andranno devoluti ad associazioni che si occupano di contrastare la violenza sulle donne

Brave con la lingua. Come il linguaggio determina la vita delle donne (Autori riuniti) è un progetto torinese tutto al femminile che raccoglie 14 racconti di 14 autrici, i cui proventi andranno devoluti ad associazioni che si occupano di contrastare la violenza sulle donne. Curato da Giulia Muscatelli (qui l’intervista a Vita), il libro raccoglie racconti, tra gli altri, di Francesca Manfredi (vincitrice del Premio Campiello Opera Prima 2017 con Un buon posto dove stare, edito La nave di Teseo) ed Elena Varvello, autrice Einaudi e docente di scrittura alla Scuola Holden di Torino.

brave con la lingua

Le autrici usano la lingua come strumento di liberazione da tutte quelle trappole che impediscono alle parole di esprimersi, magari perché incastrate all’interno di definizioni errate. Grazie ai racconti, il volume si propone di aiutare a comprendere come la condizione della donna nel nostro Paese e il linguaggio siano due concetti estremamente connessi e vicini tra loro.

Giulia Muscatelli, redattrice della rivista di racconti Carie, spiega, nella prefazione del libro: “Abbiamo chiesto a quattordici donne di raccontarci qual è stata l’espressione che le ha definite nel corso della loro vita. E poi, a ognuna di loro abbiamo chiesto di scriverne. Quello che vi apprestate a leggere è il risultato di tante riflessioni, a volte anche dolorose, attorno a una singola affermazione. Ma ancora di più è la dimostrazione di come sia possibile uscire dalle gabbie linguistiche.”

Di seguito i racconti e le autrici:

Rane di Elena Varvello
Impropria di Domitilla Pirro
Santa Cristina vergine e martire di Francesca Manfredi
Chiare di Noemi Cuffia
Signor Sì, Sissignora! di Flavia Fratello
Arrabbiatissima di Simonetta Sciandivasci
La piantina di Chiara Pietta
Lotta alla cellulite di Vittoria Baruffaldi
La ragazza finestra di Romina Falconi
La casa di Irene Roncoroni
Tutto quello che vuoi di Silvia Pelizzari
Maneggiare con cura di Silvia Greco
E l’amore? di Giulia Perona
Non mi chiamo Johnny, dice Johnny di Simonetta Spissu.

Commenti