Il 18 e 19 ottobre spazio a riflessioni e dibattiti sui nuovi centri culturali e sul loro ruolo nel tessuto culturali e civico - Il programma di "Molto Presto"

I nuovi centri culturali sono il luogo di incontro di reti, comunità e organizzazioni nate in risposta alla crisi economica del 2008. Portano avanti pratiche culturali collaborative basate sulla partecipazione e sull’attivismo, nelle città e in provincia, al Sud come al Nord, costruendo spazi di confronto.

I nuovi centri culturali, come si legge nella presentazione della due giorni di incontri a tema, non a caso dal titolo Molto Presto, prospettive d’azione dei nuovi centri culturali (in programma alla Triennale di Milano il 18 e 19 ottobre, dalle ore 11 alle 19), “sono makerspace, biblioteche sperimentali, luoghi rigenerati, community hub e residenze d’artista: sono presidi fondamentali della sperimentazione dei linguaggi, delle passioni civili e dell’attivismo di base. Sono attraversati da centinaia di migliaia di persone, eppure costituiscono un mondo ancora in parte poco conosciuto, poco studiato e poco raccontato”.

Per questo cheFare, agenzia di trasformazione culturale, invita nella due giorni milanese “attivisti, ricercatori, scrittori, artisti, operatori culturali e policy maker”Molto Presto viene descritta come una due giorni di riflessione e dibattito sui nuovi centri culturali e sul loro ruolo nel tessuto sociale e civico italiano.

Il programma completo e altri particolari qui. Alcuni appuntamenti sono a invito, altri aperti al pubblico.

Commenti