Tony Brewer insegna nei licei e ha scritto un saggio dissacrante, "dedicato a tutti gli studenti che hanno vissuto la disavventura di avere professori di storia della filosofia che pretendevano da loro riflessioni critiche"

Tony Brewer, nato a Firenze nel 1963, dopo un’infanzia trascorsa in Inghilterra si laurea a Napoli in Filosofia. Dal 1991 è professore di storia e filosofia nei licei. È autore di saggi sull’individualismo metodologico nella riflessione politica inglese del Seicento e ha curato la sezione “Filosofia” nel volume per le scuole L’Islam spiegato dai ragazzi ai ragazzi.

Ora arriva in libreria per Effequ Non so di non sapere, volume “dedicato a tutti gli studenti che hanno vissuto la disavventura di avere professori di storia della filosofia che pretendevano da loro riflessioni critiche”.

Non so di non sapere

È tradizione catalogare e inscrivere in correnti filosofiche tutti i grandi pensatori che hanno solcato il nostro glorioso passato. Tuttavia, a guardare con occhio esperto, disincantato e cinico le teorie che questi illustri pensatori hanno formulato e scritto, emergono contraddizioni, incoerenze, assunti che fanno acqua da tutte le parti, pretese di certezze assurde e ancora molto altro ma, soprattutto, domande inutili.

Questo saggio può essere letto da giovani studenti esasperati, esperti indagatori dell’animo umano ormai disillusi, ex-filosofi annoiati o più in generale semplici amanti e curiosi della storia del pensiero che qui possono incontrare, in un tono a metà tra l’ironico e il dissacratorio, una prospettiva inconsueta…

 

Commenti