Dopo le polemiche legate al caso-Isbn edizioni e la mobilitazioni sui social delle scorse settimane, è online il blog di #OccuPAY

Dopo le polemiche legate al caso-Isbn edizioni e la mobilitazioni sui social delle scorse settimane (qui quello che c’è da sapere, ndr) , arriva in rete il blog di OccuPAY, “gruppo di lavoratori dell’editoria – traduttori, autori, redattori, editor, agenti”, che chiede un’editoria “trasparente”.

“Vogliamo creare un canale di comunicazione e scambio di informazioni, per raccogliere e diffondere nuovi modelli di buona pratica editoriale. Vogliamo far fronte comune nei casi di abusi e malcostume perché in futuro il rispetto degli impegni contrattuali e dei diritti dei lavoratori della filiera sia la regola, e non l’eccezione”, si legge nel post di presentazione.

#OccuPAY è presente anche su Facebook e Twitter.

Non si tratta di un “gruppo chiuso”: nell’area “contatti” del blog, le indicazioni per interagire o entrare a far parte della comunità.

LEGGI ANCHE:

Il caso Isbn, il futuro dei piccoli editori e quello dei precari del libro 

Commenti