Perché leggere nel weekend? Sicuramente perché si ha più tempo libero, ma non solo. Ecco alcuni motivi per cui approfittare del fine settimana per dedicarsi alla lettura...

Già dalla mattina del venerdì in ufficio si respira aria di weekend: colleghi con il trolley pronti a tornare a casa, responsabili senza cravatta, pause caffè che durano qualche minuto in più, giovani stagisti che fischiettano Friday I’m in Love dei The Cure, preparandosi psicologicamente alla serata imminente…

Poi c’è, invece, chi aspetta il weekend per leggere, o meglio, chi ne approfitta per leggere di più.
Innanzitutto, se si considera fine settimana anche la serata del venerdì, ci sono ben due giorni pieni e un po’ per leggere: si può cominciare di venerdì dopo cena, sul divano, e terminare addirittura la domenica sera prima di addormentarsi; si sa, nel weekend si ha più tempo libero.

Leggere nel weekend: sul divano a partire da venerdì sera

Nel fine settimana si fanno le gite fuori porta con la famiglia e i lettori accaniti possono approfittare della nuova location per leggere: quanto può essere bello leggere Camilleri in Sicilia, Vitali sul Lago di Como, o magari in caso di weekend lungo, gli scrittori stranieri nella loro terra natale, magari leggendo in lingua originale, se si può?

Leggere nel weekend: fuori porta

Per chi non sa smettere di lavorare nemmeno quando ha molto tempo libero, il weekend è il momento ideale per studiare: approfondire, informarsi, aggiornarsi… Leggere libri di settore, articoli, studi…

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui approfittare del weekend per leggere; ce ne sarebbero tanti altri, come, ad esempio, leggere perché non gioca la propria squadra del cuore, leggere per stare in compagnia con i propri figli, leggere per poi andare a vedere il film tratto dal libro che si è appena finito, e tanti altri ancora…

 

 

Commenti