La giuria ha assegnato la 22esima edizione del "Bad Sex" al nigeriano Ben Okri...

Nato da un’idea di Auberon Waugh, figlio di Evelyn, da ben 22 edizioni viene assegnato dalla rivista Literary Review un “premio” diverso da tutti gli altri, che ogni anno finisce per far discutere: quello che va alla “Peggiore scena di sesso nella letteratura”, e che in passato ha visto la vittoria di autori del calibro di Tom Wolfe, tanto per citarne uno…

Quest’anno a Londra è stato “premiato” il nigeriano Ben Okri, considerato come uno dei più importanti poeti e romanzieri della letteratura africana in lingua inglese (alcuni suoi libri sono stati pubblicati in Italia da Bompiani, Giunti e minimum fax), che nel nel 1991 aveva vinto il Booker Prize per la narrativa fantastica con La via della fame.

Come racconta Il Fatto Quotidiano, Okri ha “vinto” per questo passaggio contenuto nel suo ultimo romanzo, The Age of Magic: “Quando la sua mano strofinò il suo capezzolo, fece scattare un interruttore e lei si accese. Lui le tocco la pancia e la sua mano sembrò prendere fuoco. Poi profuse il suo corpo di carezze e sensazioni agrodolci allagarono il suo cervello. Alla deriva su calde correnti, non più in questo mondo, lei si rese conto che lui stava scivolando dentro di lei. Lui l’amo con gentilezza e forza, mentre accarezzava il suo collo, finché lei non ruppe in un gemito ritmico e basso. Ormai era certa che ci fosse un paradiso e che fosse qui nel suo corpo. L’universo era in lei e con ogni movimento si svelava. Da qualche parte nella notte un razzo decollò”.

 

Commenti