Dopo la scomparsa di Tullio De Mauro, Giovanni Solimine è nominato all'unanimità presidente della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci. Confermato alla direzione Stefano Petrocchi. Nel Cda entrano Melania G. Mazzucco e Marino Sinibaldi

I retroscena de ilLibraio.it sui probabili candidati all'edizione 2017 del premio Strega

Giovanni Solimine è il nuovo presidente della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, attiva nella promozione della lettura e organizzatrice del Premio Strega. Già consigliere e componente del Comitato scientifico della Fondazione, come spiega una nota ufficiale è stato eletto all’unanimità dal Consiglio di amministrazione dell’ente, di cui fanno parte – oltre a Solimine – Antonio Augenti, Paolo Cirillo, Valeria Della Valle, Raffaella Morselli, Walter Pedullà, Gilberto Ricci, Sergio Santoro, Federico Sposato e Raffaele Tamiozzo. Succede a Tullio De Mauro, venuto a mancare lo scorso 5 gennaio.


LEGGI ANCHE –  I probabili candidati al Premio Strega 2017 – Retroscena 

Solimine ha 65 anni e insegna alla Sapienza – Università di Roma, dove dirige il dipartimento di Scienze documentarie, linguistiche e filologiche. Studioso di problemi del libro, dell’editoria, della lettura e delle biblioteche – suoi i volumi L’Italia che legge e Senza sapere, pubblicati da Laterza – è stato presidente del Forum del libro e componente del Consiglio superiore dei beni culturali.

“Sono davvero grato per questa nomina: è un onore raccogliere l’eredità ideale e progettuale di Tullio De Mauro – ha dichiarato il neo presidente. – Non ho l’ambizione di ‘sostituirlo’, ma di proseguire il lavoro di rinnovamento che De Mauro aveva avviato con sobrietà ed equilibrio. Per portare avanti questo lavoro servono le energie di tutta la struttura della Fondazione, a partire dal direttore Stefano Petrocchi e dal Comitato scientifico, che ha il compito di fornire le linee di indirizzo alle nostre attività culturali. In questi anni abbiamo fatto e possiamo fare ancora molto per diffondere l’eccellenza della narrativa italiana e l’amore per i libri, coinvolgendo attivamente i lettori di ogni età. Conto in particolare sul contributo dei nuovi consiglieri Melania Mazzucco e Marino Sinibaldi, che potranno costituire una risorsa importante anche per il Premio Strega”.

Da oggi, infatti, entrano nel Cda Melania G. Mazzucco e Marino Sinibaldi, entrambi nati a Roma (rispettivamente nel 1966 e nel 1954), l’una scrittrice, tradotta in ventiquattro paesi, Premio Strega 2003 con il romanzo Vita, l’altro giornalista e critico letterario, ideatore e conduttore di numerosi programmi radiotelevisivi di successo, dall’agosto 2009 direttore di Rai Radio 3.

Infine, il Consiglio ha confermato Stefano Petrocchi nel ruolo di direttore della Fondazione Bellonci, resterà in carica nel triennio 2017-2019.

Commenti