Anche Snoopy, il simpatico brachetto nato dalla matita di Charles M. Schulz, voleva fare lo scrittore... peccato che non sia mai riuscito a finire il suo romanzo - Una storia che ha inizio nel lontano 1965...

“Era una notte buia e tempestosa.”

E poi, e poi?… Difficile proseguire dopo un incipit del genere. Lo sa bene Snoopy, che non è mai andato oltre la seconda riga. Correva l’anno 1965, esattamente 50 anni fa, quando Charles M. Schulz decise che il cane di Charlie Brown nutriva serie ambizioni da scrittore. Da allora, una macchina da scrivere è comparsa sul tetto della celebre cuccia rossa innumerevoli volte. Questa fu solo la prima:

snoopy scrittore 1

 

La saga del romanzo di Snoopy attraversa i decenni, fino agli anni 2000. Eppure, nonostante gli sforzi, i risultati dello scrittore non sono mai stati incoraggianti. Come quella volta che Lucy provò a fargli da editor, con qualche sensato consiglio.

snoopy2

Ma non si può certo dire che durante la fase creativa l’autore non si sia sforzato. Al contrario.

snoopy 3

Qualche segnale di incoraggiamento c’è stato. La solita Lucy, ormai a suo agio nei panni dell’editor, qualche volta ha dato giudizi positivi… anche se probabilmente si trattava di un “leggero” fraintendimento.

snoopy4-

Il giudizio finale, in ogni caso, è stato equilibrato.

snoopy5

E anche gli editori, dal canto loro, non hanno aiutato più di tanto.

Snoopy6

 

Snoopy ha in ogni caso tentato molte altre volte di sfondare nell’ambiente letterario. Con i suoi scritti si potrebbe comporre una raccolta in diversi volumi, se solo qualche editore li avesse conservati. Purtroppo non ci è dato sapere che cosa contenessero questi capolavori di avventura, amore e mistero. Ma per fortuna possiamo assistere alla loro realizzazione. Basta leggere i fumetti che ne mostrano le genesi. Quelli sì che hanno avuto successo, eccome.

Commenti