Da Lucinda Riley a Ferruccio de Bortoli: tanti ospiti dal 20 giugno al 18 luglio per la rassegna "Sormani d’Estate" - I particolari

“La biblioteca è il luogo che custodisce il patrimonio più prezioso di una comunità, la sua cultura. Ma non solo. La biblioteca è anche il luogo in cui i libri iniziano e proseguono il loro dialogo con i lettori: una conversazione che affonda le sue radici nel passato per guardare al futuro. La quinta edizione di Sormani d’Estate, la stagione delle manifestazioni culturali della Biblioteca Centrale di Milano, porta nella splendida cornice della Corte d’Onore della Biblioteca Centrale dieci scrittori per dieci incontri che esplorano e raccontano il nostro presente: ci sono prima di tutto i sentimenti, a cominciare dall’amore, ma anche il nostro rapporto con la natura e con il nostro corpo; poesia e romanzi ma anche cucina e musica per affrontare le grandi sfide di una realtà sempre più complessa e proprio per questo affascinante. Sormani d’Estate 2019, con la sua capacità di affrontare il presente, si afferma come uno degli appuntamenti culturali più attenti nell’estate milanese,  iuscendo a coniugare personalità temi e generi diversi, così come sono diversi i gusti e le curiosità dei lettori. Ad animare gli incontri saranno giovani autori del Menù della Poesia, con una serie di incursioni a sorpresa che coinvolgeranno il pubblico”, spiega Oliviero Ponte di Pino, direttore artistico della manifestazione. Dal 20 giugno al 18 luglio gli ospiti saranno numerosi. Qui il programma completo della rassegna.

Commenti