La "città del libro" di Stradella (nell'Oltrepò Pavese) si era fermata per alcuni giorni... - I dettagli

La “città del libro” di Stradella (nell’Oltrepò Pavese) si è fermata per alcuni giorni. Parliamo del magazzino di distribuzione più grande d’Italia (160.000 mq): 1.100.000 libri sono rimasti bloccati  (il dato è tratto dal quotidiano La Repubblica). Gli operai, centinaia, hanno scioperato, e le trattative con i sindacati hanno conosciuto giornate di alti e bassi.

Come informa sempre Repubblica, nella notte è stato “raggiunto l’accordo tra la Ceva, azienda di logistica e stoccaggio che copre oltre il 90% degli imballaggi e spedizioni sul territorio nazionale, e il consorzio Gsl. In 800 salvano così il posto di lavoro“.

Sempre il quotidiano spiega che “l’intesa riguarda i passaggi di livello, le stabilizzazioni dei contratti e il riconoscimento delle malattie gravi”.

La complessa vicenda coinvolge l’intera filiera del libro: librai, editori, distributori, autori e, non ultimi, i lettori (da Stradella ogni anno passano circa 60 milioni di copie).

 

 

Commenti