Terre di mezzo editore compie 25 anni e festeggia sabato 26 ottobre invitando la città di Milano a una “festa-foresta”: in programma una mostra di illustrazioni, letture e laboratori creativi per bambini, cibo, brindisi, incontri, musica - I particolari

Il 22 ottobre 1994 viene registrata al tribunale di Milano la testata Terre di mezzo. Un gruppo di giovani giornalisti desiderano realizzare un giornale nuovo, con inchieste e reportage su immigrazione, nuove povertà, carcere, storie di strada, stili di vita attenti agli altri e all’ambiente, lavoro e vite precarie: 24 pagine in bianco e nero, costo 3mila lire (1.500 al venditore). Viene venduto a Milano e Roma.

Nel 1997 esce il primo libro edito da Terre di mezzo Editore. Nel 1999 arriva in libreria la Guida al cammino di Santiago di Compostela, che nel 2019 è arrivata alla sua dodicesima edizione e in vent’anni ha venduto oltre 90mila copie.

E ancora: da un gruppo di lettori nasce l’associazione Insieme nelle Terre di mezzo, che nel 1999, insieme ad un gruppo di realtà che si occupano di grave emarginazione, organizza la prima edizione de La notte dei senza dimora. In occasione della Giornata Onu per la lotta contro la povertà (17 ottobre), volontari e cittadini si ritrovano in piazza per condividere con i senza dimora la cena e una serata di musica e balli che si conclude dormendo insieme all’aperto. Il 19 ottobre 2019 si tiene la ventesima edizione della Notte dei senza dimora, in Piazza Sant’Eustorgio, a Milano.

Nel 2004 nasce Fa’ la cosa giusta!. Nel 2019 Fa’ la cosa giusta! Milano è arrivata alla sedicesima edizione (la prossima si terrà dal 6 all’8 marzo 2020 a fieramilanocity). E l’elenco potrebbe continuare…

Terre di mezzo editore compie dunque 25 anni e festeggia sabato 26 ottobre invitando tutta la città di Milano a una “festa-foresta”: in programma una mostra di illustrazioni, letture e laboratori creativi per bambini, cibo, brindisi, incontri. L’appuntamento, a ingresso gratuito, è in programma dalle 14.30 alle 22 nello spazio laboratori di Terre di mezzo e nel giardino dell’IBVA-Istituto Beata Vergine Addolorata, che ospita anche la sede della casa editrice, in via Santa Croce 15.

La mostra allestita per l’occasione vedrà protagoniste le opere di molti illustratori di Terre di mezzo, che saranno assegnate a fronte di una donazione a sostegno dell’apertura di una scuola a Tivaouane, in Senegal, a cura di uno dei collaboratori più stretti dell’editore, Khalifa Thiam. La raccolta fondi e il progetto saranno a cura di “Insieme nelle terre di mezzo onlus”.

Dalle 14.30 alle 16 l’Associazione Città Incantata organizzerà letture e animazioni per bambini, mentre il laboratorio di scrittura creativa La Grande Fabbrica delle Parole narrerà il libro di Valeria Docampo e Agnès de Lestrade da cui ha tratto il nome. Il pomeriggio proseguirà, fino alle 18, con i giochi di legno e da tavolo proposti da Il Tarlo e Creativamente.

Un invito speciale va ai camminatori, che potranno ritrovarsi alle 14.30 alla stazione Centrale con il gruppo di Icaminantes, grandi sostenitori del cammino come condivisione, e arrivare a piedi alla festa alle 16 circa, in tempo per un incontro dedicato alla bellezza dell’andare a piedi, con il musicista Jack Jaselli, la psicologa Elisabetta Cerea, Valeria Beretta, di Icaminantes e la moderazione di Alberto Pugnetti, direttore di Radio Francigena.

Alle 18.30 un laboratorio musicale del duo Arsumà mostrerà come riciclare gli oggetti di tutti i giorni per farne veri e propri strumenti musicali e, dalle 20.30, le chitarre di Abdo Buda Marconi Trio si esibiranno in un concerto di suoni dal mondo.

Tra i molti invitati, Lamine Dia, uno dei vincitori dell’edizione 2019 del Concorso DiMMi-Diari Multimediali Migranti, che darà voce al Senegal che ha conosciuto e alla storia che lo ha portato fin qui.

Tutti i partecipanti alla festa potranno lasciare la loro traccia, che sia un grande albero o un piccolo scarabocchio, su un lungo pannello illustrato dall’artista Guido Scarabottolo.

Commenti