Ha appena debuttato a Londra una nuova libreria, in cui le "distrazioni digitali" sono vietate. Niente interruzioni per i clienti, che dovranno immergersi totalmente nell'atmosfera di questa libreria "technology-free", in cerca di testi interessanti tra gli scaffali...

Ha appena debuttato a Londra una nuova libreria, in cui le “distrazioni digitali” sono  vietate. Niente interruzioni per i clienti, che dovranno immergersi totalmente nell’atmosfera di questa libreria “technology-free”, in cerca di testi interessanti tra gli scaffali.

libreria
I fondatori 

Più volte ci siamo occupati del rapporto, spesso positivo, tra librerie e web (social in particolare). Allo stesso tempo, abbiamo dedicato numerosi articoli alla “dipendenza” da smartphone che colpisce la nostra società. Come spesso capita, la verità probabilmente sta nel mezzo: divieti assoluti di “distrazioni” social da parte delle librerie sarebbero da evitare e, allo stesso tempo, sarebbe necessaria una maggiore attenzione da parte dei lettori quando entrano in un negozio in cui le “distrazioni” positive (i tanti libri e le tante storie a disposizione) certo non mancano…


Cerca la libreria più vicina a te e scopri il grande database delle librerie italiane, un servizio gratuito per i lettori e i librai

Come racconta Londradavivere.com, che cita il Guardian, a fondare la “Libreria” (si chiama proprio così), ispirandosi a Borges, sono stati Rohan Silva e Sam Aldenton. I librai hanno deciso di catalogare i libri non dividendoli per genere come quasi sempre capita, “ma secondo temi suggestivi che possono portare il lettore a scoprire testi che non avrebbe mai pensato di consultare prima”. Così, ad esempio, tra le categorie scelte troviamo “mare e cielo, amore, famiglia, incanto per i disincantati, e madri, madonne e prostitute”…

Scopri la sezione “Librerie” de ilLibraio.it: storie, notizie, curiosità e gallery

Commenti