Niente foto o Gif, regole della chat decise dallo stesso scrivente, possibilità di inserire un numero limitato di notifiche ricevute (ed evitare i danni dell'assuefazione da notifica). Questo e molto altro è, sulla carta, "AboutUs", la nuova piattaforma digitale pensata da due studenti italiani, con l'obiettivo di avvicinare le persone a una comunicazione più autentica... Per realizzare il progetto è in corso una raccolta fondi

È tutta italiana l’idea di AboutUs, una chat diversa, che propone un modo nuovo – anche se, paradossalmente, antichissimo – di comunicare con gli altri. Ad averci pensato sono Sara e Simone Marullo, laureata in fisica con lode lei, studente di ingegneria informatica lui, che hanno iniziato un crowdfunding per finanziare il loro progetto. Ma in cosa consiste esattamente?

AboutUs è, innanzitutto, una piattaforma di chat che aiuta a parlare di noi, senza nasconderci dietro un linguaggio cifrato o una Gif: “Le piattaforme di comunicazione cambiano velocemente – spiegano sul loro manifesto i creatori – all’inizio c’erano i semplici sms, poi sono arrivate le emoticon, oggi Gif e video divertenti traboccano dalle nostre conversazioni. È sufficiente una rapida occhiata per notare come il contenuto unico, autentico, che parla veramente ‘di noi’, stia sparendo anche dalle conversazioni con le persone a cui teniamo di più”. Il loro obiettivo è eliminare la standardizzazione del linguaggio e proporre una focalizzazione sulle relazioni inter e intrapersonali, per permettere agli utenti di esprimere se stessi.

L’idea è di creare una community autogestita, con regole pensate ad hoc dallo scrivente: potrà scegliere quante notifiche ricevere al giorno, potrà mettersi d’accordo sugli argomenti da trattare con l’interlocutore prima di chattare, o ancora preservare la ricchezza del linguaggio utilizzando strumenti che penalizzino messaggi non creativi, come il machine learning.

Infine, uno degli aspetti particolari del loro progetto sta nell’intenzione di combattere la dipendenza da smartphone: “Pensiamo che usare quell’amato/odiato dispositivo che sta sempre nella tua tasca per comunicare con i tuoi cari sia semplicemente una violazione di libertà. Le spunte di lettura, l’informazione ‘Bob sta scrivendo..’ e l’ora di ultimo accesso saranno funzionalità configurabili a livello generale ma anche a livello di singola conversazione”. AboutUs, tra l’altro, non è pensato come un prodotto commerciale: l’app sarà gratuita e funzionerà tramite donazioni.

(Visited 380 times, 380 visits today)

Commenti