La biografia di Joseph Pulitzer, scritta da Alleyne Ireland, che fu suo segretario privato: un ritratto da vicino dell'uomo che rivoluzionò il giornalismo americano e nel cui nome ancora oggi si assegna il più importante premio per il giornalismo del mondo

Cogliendo l’occasione del centenario dell’assegnazione del premio Pulitzer, istituito nel 1917 dalla Columbia University, Add Editore pubblica per la prima volta in Italia, Joseph Pulitzer. L’uomo che ha cambiato il giornalismo, la biografia di Joseph Pulitzer scritta da Alleyne Ireland, a sua volta giornalista e scrittore, che lavorò come suo segretario privato, assistendolo nel periodo in cui era ormai diventato quasi cieco.

alleyne ireland joseph pulitzer giornalismo

Joseph Pulitzer, giornalista ed editore ungherese naturalizzato statunitense, emigrò negli Stati Uniti nel 1864. Dopo aver combattuto con le truppe unioniste nella Guerra civile, fu corrispondente della Westliche Post e ne divenne in breve direttore e proprietario. Nel 1883 comprò il New York World, che raggiunse rapidamente un’altissima diffusione. In pochi anni la sua figura venne ad avere una straordinaria influenza sulla politica americana e sul mondo della carta stampata, diventando un paladino della libera stampa e di un modo di intendere il giornalismo come servizio pubblico.

assegnati premi

Con la stessa velocità del suo successo, però, una vita frenetica e lo stress per i molti attacchi ricevuti da nemici e detrattori minarono le sue condizioni di salute. Pulitzer divenne cieco e, a partire dai primi anni del Novecento, fu costretto a passare buona parte dell’anno sul suo yacht lontano dal mondo e circondato da solerti segretari che si occupavano di lui. Non per questo smise di dedicarsi al giornale grazie al lavoro certosino dei suoi uomini che lo seguivano in ogni momento della giornata. Alleyne Ireland fu uno di loro e nel libro ripercorre il suo rapporto con questo incredibile e carismatico personaggio. Ireland racconta questo capo bizzoso, ma allo stesso tempo dotato di infinita gentilezza, malato, ma sempre concentrato sul lavoro, apparentemente chiuso nel suo mondo, ma capace come pochi altri di capire la complessità. Alla fine, quello che esce da Joseph Pulitzer. L’uomo che ha cambiato il giornalismo è il ritratto di un uomo visionario.

raccolta racc

 

(Visited 676 times, 71 visits today)

Commenti