Da Roland Barthes a Nick Hornby, passando per "Anna Karenina": su ilLibraio.it i libri da leggere per tornare dal sentimento alla ragione (vale a dire "calmarsi") in caso di sciagure sentimentali in corso. La selezione è di Ester Viola, in libreria con "L'amore è eterno finché non risponde"

Alla domanda «Perché scrivere?» hanno rinunciato da tempo a dare una risposta, invece alla domanda «Perché leggere?» ha risposto Elena Ferrante accontentando tutti.

«Forse aver studiato mi serve solo a questo, – dice Lenù verso la fine del secondo libro, Storia del nuovo cognome, – a calmarmi».

Oltre a essere una bella risposta, è anche esatta ed equilibrata – si mette giusto a metà strada tra «La letteratura non serve a niente!» di alcuni e «La letteratura serve a tutto!» degli altri.

Ecco quindi la lista dei cinque libri da leggere per tornare dal sentimento alla ragione (vale a dire «calmarsi») in caso di sciagure sentimentali in corso.

1.

libri da leggere

Situazione sentimentale. Ti hanno lasciato per l’ennesima volta. E quando ti lasciano hai due reazioni pericolose: drammatizzare e ritelefonare.

Libro da leggere. Alta fedeltà di Nick Hornby.

Perché. Il libro comincia con una classificazione indimenticabile: «Ecco, in ordine cronologico, le cinque più memorabili fregature di tutti i tempi», la rassegna delle sue ex.

Lui si chiama Rob, al posto delle opinioni ha delle top five per tutto, lavora in un negozio di dischi e Laura, la sua fidanzata, se n’è andata di casa.

Il romanzo inizia con la domanda classica da fine relazione – dove ho sbagliato? – e sul finale lascia intravedere le due risposte: la cattiva notizia è che «sbagliare sempre» non è un problema di scelte ma di carattere, la buona notizia è che dopo un po’ lo capisci.

La frase che ti farà sentire meglio: «Soffro perché lei non mi vuole, ma se arrivo a convincermi che un po’ mi vuole ancora, allora starò di nuovo bene, perché a quel punto sarò io che non la vorrò più, e potrò cercarmi un’altra». o taglio le cose con l’accetta, rifilo gli orli, allargo i margini e parlo a titoloni per far sì che tutto sembri più complicato di quello che è.

2.

libri da leggere

Situazione sentimentale. Non è un momento di particolari nostalgie, non ti manca nessuno, sei in quelle brevi fasi di riflessione amareggiata sull’inutilità dell’amore (un po’ di tempo fa ti hanno tradito).

Libro da leggere. Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes.

Perché. È un saggio, e il malumore antisentimentale che hai è perfetto per leggere saggi al posto dei romanzi. Ci si trova in certi punti altissimi della vita a riflettere sugli innamorati per quello che dovrebbero essere: una parte di mondo non importante quanto vorrebbero i cantanti. Con la scusa dell’analisi psicoletteraria, Barthes porta l’innamorato a una definizione del sé come essere ridicolo. È un’induzione alla presa di coscienza

La frase che ti farà sentire meglio: «Il vagamento amoroso ha dei lati comici: sembra un balletto più o meno agile a seconda della velocità del soggetto infedele».

3.

libri da leggere

Situazione sentimentale. Sei innamorata di un individuo abietto (capita), l’unico vantaggio è che lo sai.

Libro da leggere. Amori e Disamori di Nathaniel P. di Adelle Waldman

Perché. L’unico modo per superare la sciagura sentimentale è incontrare qualcuno con guai più grossi dei tuoi: il sollievo per contrasto è una mezza guarigione.

Nathaniel, il protagonista, è uno scrittore sulla trentina con più ambizione che carattere. Poi c’è Hannah, la fidanzata: innamorata e meravigliosa. Nate è un irrisolto nefando, di quelli che pensano di se stessi «sono fatto così» e non provano imbarazzo a essere terribili.

La frase che ti farà sentire meglio. «Quando era piú giovane Nate aveva immaginato che crescendo sarebbe diventato via via meno superficiale, e avrebbe dato meno peso all’aspetto delle donne. Ora che era piú o meno adulto si era reso conto che quel momento non sarebbe mai arrivato».

4.

Anna Karenina

Situazione sentimentale. La più terribile: hai una relazione che credevi stabile e ti sei appena accorto che l’amore è una febbre qualunque, pure la più forte passa.

Libro da leggere. Anna Karenina di Lev Tolstoj.

Perché. C’è tutto quel che serve sapere. I personaggi sono pochi: Levin, Kitty, Vronskji, Anna, Dolly, Stiva, ma non c’è uno stato d’animo possibile che Tolstoj non passi in rassegna.

È un romanzo che inizia con una riflessione amara sull’impossibilità di farsi amare e finisce con una riflessione amarissima sul «non poteva durare».

La frase che ti farà sentire meglio. «Ella lo prese con tutte e due le mani per una mano e lo trasse verso di sé, senza levargli gli occhi di dosso. Tutto questo a lui piaceva, ma quante volte ormai gli era piaciuto! E quell’espressione severamente impietrita di cui ella aveva così paura gli si fissò sul volto».

5.

libri da leggere

Situazione sentimentale. Irritante. Ti ha lasciato. E fin qui, chi se ne frega, stai bene anche solo. Il fatto è che sei stato lasciato da qualcuno che a tuo dire non era meglio di te. Che è come essere lasciati due volte.

Libro da leggere: Io sono Charlotte Simmons di Tom Wolfe.

Perché. La storia è semplice: lei è bella e intelligente. Charlotte è una ragazza della provincia che viene ammessa con una borsa di studio alla Dupont, prestigioso college da ricchi. Si innamorerà e proverà l’inganno dell’inclusione sociale di circostanza.

Io sono Charlotte Simmons è almeno tre romanzi diversi, in più è un trattato psichiatrico su quel tipo speciale di arroganza intellettuale, quella che porta a pensare di poter essere corrisposti nei sentimenti perché è logico. Si può meritare di essere amati per somma di qualità eccezionali? No. L’amore è l’unica competizione a due in cui il migliore non esiste: se l’educazione sentimentale fosse una cosa possibile, questa sarebbe l’unica lezione.

La frase che ti farà sentire meglio. «Dici sempre cool, – disse Edgar, – ma cosa significa, essere cool?«

«Se me lo chiedi, – rispose Roger Kuby, – significa che non lo sei».

ester viola

IL LIBRO E L’AUTRICE – Certo che esiste l’amore eterno: è quello non corrisposto. Lo sa bene Olivia, avvocato divorzista con la pericolosa tendenza ad allenarsi anche in privato nello sport estremo dell’abbandono. Ma quando si parla di affari di cuore, l’esperienza non serve a niente: finirai disperato ogni volta, finché non t’innamori di nuovo. Come dice Olivia, è Darwin applicato alla sciagura sentimentale: non il piú forte, ma il piú veloce a dimenticare è quello che sopravvive.
L’amore è eterno finché non risponde (Einaudi) di Ester Viola è un romanzo d’esordio divertente e corrosivo. L’autrice lavora come avvocato e scrive per IL, magazine del Sole 24 Ore, e Studio.

(Visited 87 times, 87 visits today)

Commenti