Francesca Mancini e Paolo Benini non si sentono dei mecenati: "I periodi di crisi sono il momento ideale per nuove iniziative"

Come racconta La Stampa, la casa editrice indipendente torinese Add, fondata nel febbraio 2010 da Andrea Agnelli, Michele Dalai e Davide Di Leo (Boosta dei Subsonica), ha due nuovi soci, gli imprenditori di Ivrea Francesca Mancini e Paolo Benini (che hanno già investito nelle edizioni Sur di Marco Cassini).

Ad Agnelli resta una quota della società (dalla quale escono Dalai e Boosta) pari al 20%. Mancini e Benini non si sentono dei mecenati e sono convinti che “non tutta l’editoria è in crisi”. In ogni caso, i periodi di crisi “sono il momento ideale per nuove iniziative”.

L’idea è quella di dar vita a un gruppo, con Add (dove è in arrivo una nuova figura di manager che si occuperà di tutto ciò che riguarda i lettori, dalle fiere all’ufficio stampa, ai rapporti diretti con librerie e associazioni), Sur e non solo: nel centro di Torino  Mancini e Benini hanno appena inaugurato la libreria Bodoni. Un’altra notizia positiva.

Commenti