Articolo

“Milkman”: con Anna Burns una lingua nuova per raccontare una vecchia storia

Un luogo di "depravazione, decadenza, demoralizzazione, diffusione di pessimismo, oltraggio alla proprietà e relazioni illecite immorali": così la protagonista di Milkman, vincitore del Man Booker prize e pubblicato in Italia da Keller (con la traduzione di Elvira Grassi), descrive un sobborgo della Belfast degli…

Articolo

Una volta ho disegnato una svastica sul muro

Una volta ho disegnato una svastica sul muro. Il solo pensiero, a vent’anni di distanza, mi provoca una fitta allo stomaco; però l’ho fatta. Non c’entrava niente con i campi di concentramento o con lo sterminio degli Ebrei. Voleva dire: ti odio, non sai quanto.  …

Articolo

Il femminismo delle ragazze

Nei primi anni 2000 Buffy l’ammazzavampiri giunse alla conclusione. Non ero una fan della serie e ne avevo visto nell’insieme poche puntate ma per caso mi ritrovai davanti alla televisione durante una delle ultime. Al momento della battaglia finale ingaggiata contro l’ennesimo mostro supercattivo, Buffy decide di…

Articolo

A scuola di paura

Mi piacerebbe non aver letto le dieci proposte per un cambiamento della scuola apparse sul Corriere della Sera a firma di Ernesto Galli della Loggia. Da insegnante, infatti, mi è sembrato (e mi auguro così sia sembrato a molti) un elenco inaccettabile sia per il contenuto che per la forma. …

Articolo

Il canto della provincia

Negli ultimi anni tre grandi film il cui titolo rimanda al nome di un posto ci hanno ricordato come si possa raccontare storie di persone comuni, ambientate in luoghi sperduti e al tempo stesso per niente esotici, rendendole indimenticabili. …