"Come sarebbe il cervello se fosse una biblioteca?". Gli artisti del duo LoveJordan hanno provato a rispondere dando vita alla biblioteca "dell'inconscio", totalmente di carta, contenente ricordi, parole e...

LoveJordan è il nome del progetto artistico dei giovani inglesi Jonny Love e Samuel Jordan che, tra le altre cose, hanno realizzato anche la biblioteca “dell’inconscio”, The Unconscious Library.

Fonte immagine: lovejordan.net

Come ha recentemente raccontato l’edizione Usa dell’Huffington Post, costruita totalmente con carta, l’opera contiene 100mila elementi, raramente correlati da etichette esplicative, che esprimono pensieri e ricordi insoliti e, soprattutto, inconsci: “L’inconscio è uno stato curioso, soprattutto se causato dall’alcool. La biblioteca ‘dell’inconscio’ è frutto di fantasia ed esperienze di vita vissuta; insomma, è un’interpretazione di conoscenze, pensieri e ricordi“, spiegano gli artisti sul loro sito.

Fonte immagine: Huffingtonpost

Negli scaffali di carta, collegati tra loro tramite scale, sempre di carta, si celebrano le parole dette, pensate, urlate, in stati di incoscienza, e di cui ci si è dimenticati: “Il cervello è un organo affascinante – scrive Jonny Love-, la sua capacità di assorbire e accumulare informazioni, nonché la capacità di manipolarle sono una cosa incredibile. Se fosse una biblioteca, come sarebbe? Quanto grande sarebbe questa biblioteca e cosa conterrebbe? Sarebbe tutto organizzato o caotico?”.

Fonte immagine: lovejordan.net

Tra le fila dei “ricordi” cartacei si trovano molti oggetti fondamentali per la produzione o la crescita dei ricordi: bottiglie di alcolici vuote o semipiene, un computer, una serie di piante, scatole disordinate, una scatoletta di pesce (con ancora il pesce dentro), e varie altre “preziose gemme”, “il tutto vagamente etichettato con pensieri cattivi o lazzi da ubriaco”.

Fonte immagine: lovejordan.net

LEGGI ANCHE:

Trasforma i libri “abbandonati” in creazioni 3D

Il “girotondo dei libri” di Yosuke Oono

Se i libri diventano sculture che promuovono la lettura (ma l’artista non si svela)

Book painting, guarda le incredibili creazioni dell’artista che “dipinge” con i vecchi libri

 

Commenti