Dall'1 al 4 aprile torna Bologna Children’s Book Fairm, il più importante appuntamento per il settore dell'editoria per ragazzi. Tra i temi dell'edizione 2019, le parole e colori della cultura afroamericana, il ritorno della scrittura a mano, le donne e le “grandi donne” nella letteratura per ragazzi e l’illustrazione internazionale - I particolari

Anche quest’anno il mondo dell’editoria si ritrova per Bologna Children’s Book Fair: dall’1 al 4 aprile saranno protagonisti 1400 gli espositori, da oltre 80 Paesi, che si daranno appuntamento nei padiglioni di BolognaFiere, per la 56^ edizione della fiera del libro per ragazzi.

Per gli editori e per tutti gli operatori professionali Bologna Children’s Book Fair è la più importante manifestazione fieristica di settore, incontro imperdibile per lo scambio dei copyright, il momento dell’anno in cui analizzare lo stato dell’arte e capire che direzione sta prendendo la creatività internazionale, per anticipare le tendenze in campo di illustrazione e letteratura, sulla carta e sul digitale.

Con il leitmotiv “Staging children’s content” tante le novità utili a scoprire le innovazioni e le declinazioni che i grandi contenuti per l’infanzia possono offrire.

In Fiera sono attese alcune tra le più importanti personalità del settore, dall’illustratore ceco Peter Sís al lituano Kęstutis Kasparavičius; dagli afroamericani Christopher Myers ed Ekua Holmes al grande Klaas Verplancke; dall’autore inglese Michael Morpurgoalla norvegese Maria Parr; da Ruta Sepetys, autrice di bestseller nata negli USA da una famiglia di rifugiati lituani a Nikki Grimes, scrittrice americana; da Beatrice Alemagna, orgoglio italiano nel campo dell’illustrazione a Diego Bianchi, illustratore ed editore in arrivo dall’Argentina, passando per il cinese Mingzhou Zhang, Presidente IBBY Internazionale.

Bologna Children's Book Fair

NETWORK INTERNAZIONALE

Anno dopo anno Bologna Children’s Book Fair sta ampliando il suo raggio d’azione. Due le collaborazioni che lo scorso anno hanno consolidato il ruolo di leadership della Fiera nei mercati forse più interessanti per l’editoria mondiale: gli Stati Uniti (New York Rights Fair) e la Cina (China Shanghai International Children’s Book Fair).

SVIZZERA PAESE OSPITE D’ONORE

La Svizzera è il Paese Ospite d’Onore della 56esima edizione della fiera. Al centro della presenza elvetica, la mostra l’ABC della Svizzera dedicata all’illustrazione nazionale, piccolo ma vivace crocevia di culture, oltre a un programma di appuntamenti a BolognaFiere e in città. Fil rouge della mostra è l’alfabeto, con le sue 26 lettere, riferimento ai 26 cantoni svizzeri. Una giuria di esperti ha selezionato 26 illustratori, scelti tra i nomi più noti dell’illustrazione rossocrociata e tra gli esordienti: all’opera di ciascuno di essi è associata una parola, una per ogni lettera dalla A alla Z, che rimanda a una caratteristica propria della cultura elvetica. E per dare conto della varietà culturale di questa terra, le parole scelte provengono da tutte e quattro le lingue nazionali – lingua romanza, italiano, francese e tedesco –, tradotte in inglese per il pubblico internazionale della Fiera.

L’ILLUSTRAZIONE MONDIALE

Sono 2901 gli illustratori da 62 Paesi per un totale di 14505 tavole visionate da una giuria di cinque esperti internazionali provenienti dal mondo dell’illustrazione e dell’editoria per ragazzi. In tutto 76 gli artisti selezionati da 27 Paesi e regioni: questi i numeri dell’edizione 2019 della Mostra Illustratori, che troverà spazio nel cuore della Fiera, al Centro Servizi, ancora una volta proposta nell’allestimento non convenzionale che tanto successo ha riscosso durante le due passate edizioni. Le tavole saranno infatti nuovamente disposte su ripiani orizzontali attorno ai quali sarà possibile passeggiare, osservandole dalla stessa prospettiva della giuria selezionatrice.

E ancora, le tre personali che accompagnano la 53esima edizione dell’Illustrators Exhibition: quella dell’illustratore russo Igor Oleynikov (vincitore del prestigioso premio H.C. Andersen 2018); quella di Vendi Vernić (artista croata che lo scorso anno si è aggiudicata il IX Premio Internazionale d’Illustrazione Bologna Children’s Book Fair – Fundación SM); la mostra di Masha Titova (autrice con Chialab della visual identity di questa edizione della Fiera).

L’illustrazione continuerà ad essere protagonista anche con le esposizioni nel nuovo Mall: le tavole della prestigiosa mostra dedicata ai 50 anni del Coretta Scott King Award; la mostra dedicata al Silent Book Contest e, sviluppando il tema del molteplice utilizzo professionale delle illustrazioni, ARTlicensing, una mostra di prodotti illustrati realizzata da Bologna Licensing Trade Fair.

I TEMI

Nel  programma della Fiera, che vede gli esponenti dell’editoria internazionale incontrarsi in oltre 250 tra conferenze e workshop, spiccano i temi protagonisti dei convegni organizzati da Bologna Children’s Book Fair.

La cultura afroamericana sarà al centro di BLACK BOOKS MATTER. African American Words and Colors, appuntamento con un panel ricco, accompagnato dalla già citata mostra dedicata al premio Coretta Scott King, che da 50 anni riconosce le migliori opere di autori e illustratori afroamericani.

HANDWRITING IN CHILDREN’S BOOKS, un convegno organizzato in collaborazione SMED – Scrivere a Mano nell’Era Digitale, sul ritorno e sul valore pedagogico della scrittura a mano e del ruolo che essa sempre più spesso riveste negli albi illustrati.

Come si spiega nel comunicato di presentazione della manifestazione, dopo la grande spinta che negli ultimi anni ha rivoluzionato il racconto delle figure femminili nei libri per bambini e ragazzi, oggi le donne e le “grandi donne” sono oramai un tema consolidato, imprescindibile. Su questo si farà il punto nell’incontro TIME IS ON THEIR SIDE. Women in Children’s Books.

TODDLERS. The Very First Books for Absolute Beginners: un convegno internazionale dedicato ai libri per bambini dagli 0 ai 3 anni che sarà accompagnato dalla mostra Absolute beginners. Barcollando, i primi passi fra le pagine alla Biblioteca Salaborsa a Bologna.

L’analisi sui numeri e sui dati di mercato, ma anche una discussione tra editori e player del settore audiobook: LISTEN UP!, l’appuntamento sugli audiolibri organizzato in collaborazione con Bookrepublic.

Le librerie indipendenti, il loro ruolo nell’editoria di settore e nella divulgazione della lettura tra bambini e ragazzi sono protagonisti dell’appuntamento CHILDREN’S BOOKSELLERS ON STAGE. International Children’s Booksellers Conference, organizzato in collaborazione con ALIR, Associazione Italiana Librerie Indipendenti per Ragazzi.

E infine il digitale: oltre ai consueti appuntamenti di Bologna Digital Media, area di scambio tra editori, sviluppatori, produttori televisivi e cinematografici, studi di animazione, artisti e autori, quest’anno per la prima volta la Fiera sarà palcoscenico di TheKidsWantMobile, il   convegno al  per app developer, già sold out.

I PREMI INTERNAZIONALI

Per il settimo anno Bologna Children’s Book Fair in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori assegnerà il BOP – Bologna Prize for the Best Children’s Publisher of the Year, un premio ai migliori editori internazionali;

-il BolognaRagazzi Award (BRAW), anche nella versione Digital, che rappresenta sì un riconoscimento editoriale, ma anche uno dei più importanti trampolini di lancio per la vendita del copyright a livello mondiale;

-il Premio Strega Ragazze e Ragazzi, nato nel 2016, vedrà anche quest’anno una giuria di bambini e ragazzi scegliere il vincitore per ogni categoria, poi annunciato in Fiera;

-il Premio Internazionale d’Illustrazione Bologna Children’s Book Fair – Fundación SM, un riconoscimento per sostenere i nuovi talenti dell’illustrazione;

-la borsa di studio ARS IN FABULA – Grant Award; la nuova edizione del concorso di traduzione promosso da BolognaFiere In Altre Parole; il Silent Book Contest – Gianni De Conno Award; e infine la prima edizione del Premio Carla Poesio per la miglior tesi di laurea a tema letteratura per l’infanzia.

Bologna Children’s Book Fair è da sempre il palcoscenico d’eccellenza per l’editoria internazionale, riconosciuta dai professionisti del settore di tutto il mondo come occasione di grandi annunci e premiazioni. Dal biennale H.C. Andersen Award, il più prestigioso riconoscimento internazionale rivolto ad autori e illustratori di libri per bambini, la cui prossima edizione si terrà nel 2020, all’Astrid Lindgren Memorial Award, il cui vincitore, tra i 246 candidati di quest’edizione, verrà annunciato il 2 aprile a Stoccolma in collegamento diretto con la Fiera di Bologna. Lo stesso giorno verrà anche presentato ufficialmente il dettaglio del nuovo programma Sustainable Development Goals Book Club, preannunciato lo scorso settembre e co-organizzato dalle Nazioni Unite e IPA – International Publishers Association. Il progetto, che parte dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile, avrà la durata di 17 mesi e vedrà la pubblicazione mensile di una lista di titoli per bambini e ragazzi finalizzata all’approfondimento, ciascuna di uno dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile.

THE ILLUSTRATORS SURVIVAL CORNER

Nato nel 2017 come spazio/laboratorio dedicato agli illustratori, The Illustrators Survival Corner propone un programma di editori e professionisti del settore che mettono a disposizione dei giovani artisti la loro esperienza attraverso masterclass, workshop e portfolio review. Il programma del Survival Corner, situato nel Mall, è a cura di Mimaster illustrazione in collaborazione con BCBF e prevede un calendario quotidiano di appuntamenti gratuiti con prenotazione.

I CAFFÈ

Bologna Children’s Book Fair propone diverse aree riservate agli incontri e alle letture con gli autori, ai seminari per gli operatori del settore sul mercato, alle professioni dell’editoria, classica e digitale, e a workshop di aggiornamento:

-Caffè degli Autori:  incontri per parlare di editoria, giornalismo, illustrazione.

-Caffè Digitale: meeting e discussioni sull’innovazione e la multimedialità nell’editoria.

-Caffè degli illustratori: dibattiti e incontri sullo stato dell’arte dell’illustrazione nel mondo.

-Caffè dei Traduttori: seminari tematici e laboratori con i maggiori operatori del settore.

BOLOGNA LICENSIGN TRADE FAIR

Torna Bologna Licensing Trade Fair (BLTF), l’unica fiera in Italia dedicata alla compravendita di licenze e marchi, che si svolge a Bologna in concomitanza con Bologna Children’s Book Fair (dal 1° al 3 aprile 2019). A questa 12esima edizione saranno presenti oltre 600 marchi, disponibili per il mercato italiano, Sud Europeo e dell’Europa dell’Est, e molteplici saranno i servizi offerti a espositori e visitatori durante tre giorni intensi di anteprime ed eventi. Punto d’incontro tra i player del licensing, BLTF è rivolto a licenzianti, licenziatari, agenzie di licensing, società di produzione audiovisiva, broadcaster, distributori e buyer e a tutti coloro che operano nel settore della compra-vendita delle licenze.

 

 

 

Commenti