In occasione del suo terzo anniversario, il 2 e 3 novembre la libreria italiana di Boston I AM Books promuove un festival della letteratura e della cultura italiana - I particolari

In occasione del suo terzo anniversario, la libreria italiana di Boston I AM Books (qui la nostra intervista) annuncia l’organizzazione di un festival della letteratura e della cultura italiana. Intitolato IDEA Boston, il festival di due giorni si terrà il 2 e 3 novembre presso l’edificio della Dante Alighieri a Cambridge, Massachusetts. “Vogliamo portare nel nostro angolo degli Stati Uniti una grande festa della cultura italiana e italo-americana”, spiega Nicola Orichuia, co-fondatore della libreria I AM Books: “È un lavoro che facciamo su base quotidiana tramite la libreria, ma con il festival vogliamo raggiungere un pubblico ancora più ampio”.

IDEA Boston si presenta come un festival unico nel suo genere, con 24 eventi tra presentazioni, workshop, rappresentazioni teatrali e proiezioni concentrati in due giorni di attività. “Vogliamo offrire una finestra sull’Italia” – spiega Orichuia – “ma, allo stesso tempo, vogliamo creare dei ponti tra gli italiani emigrati negli ultimi anni e le nuove e vecchie generazioni di italo-americani”.

Per l’occasione è stato lanciato un sito internet interamente dedicato al festival, dove si può visionare l’intero programma. Si affronteranno temi come l’autismo (con la ricercatrice Michela Fagiolini e l’autrice Marina Viola), il fenomeno internazionale Elena Ferrante (con il capo della casa editrice Europa Editions, Michael Reynolds), l’editoria italiana negli Stati Uniti, l’immigrazione e altro. Accademici da oltre dieci università prenderanno parte alla manifestazione.

idea boston

Saranno inclusi nel festival anche una rappresentazione teatrale (Questi Fantasmi di Eduardo De Filippo) e la proiezione di Assunta Spina, capolavoro del cinema muto italiano, con colonna sonora esibita dal vivo dal maestro John T. La Barbera ed August Watters.

I AM Books è la prima ed unica libreria negli Stati Uniti interamente dedicata alla promozione della cultura italiana e italoamericana. Situata nel North End, il vecchio quartiere italiano di Boston, vende libri in italiano ed inglese, organizza eventi e presentazioni su base settimanale e tiene corsi di lingua italiana. Prima di fondare la libreria insieme a Jim Pinzino nell’ottobre 2015, Nicola Orichuia aveva fondato e diretto il mensile cartaceo Bostoniano tra il 2012 ed il 2016. Cresciuto a Roma, Orichuia è residente negli Stati Uniti dal 2008. Dopo due anni trascorsi a Chicago, si è trasferito con la moglie Alessandra a Boston nel 2010.

Commenti