Papero Editore lancia la sua nuova collana – “Sorelle d'Italia” – dedicata a grandi scrittrici del Novecento non più ristampate - Il progetto

Papero Editore lancia la sua nuova collana – “Sorelle d’Italia” – dedicata a grandi scrittrici del Novecento non più ristampate. Il progetto, che ha vinto l’edizione 2016 del bando INCREDIBIL promosso dal Comune di Bologna e sostenuto da Regione Emilia-Romagna, come sottolinea un comunicato prevede un forte coinvolgimento dei lettori: per ogni titolo, infatti, si prevede una campagna di crowdfunding che permette di prenotare le copie prima ancora che siano stampate. L’editore – sottolinea la nota – “si prende un impegno forte: fare solo titoli di valore culturale certo” (qui tutti i dettagli sulla campagna, ndr).

La prima campagna è dedicata a Basta poco per sentirsi soli di Grazia Cherchi (Piacenza, 1937-Milano, 1995), che ha diretto, insieme a Piergiorgio Bellocchio e a Goffredo Fofi, i Quaderni Piacentini e che, come consulente editoriale, ha tenuto a battesimo Alessandro Baricco e Massimo Carlotto, Stefano Benni e Maurizio Maggiani, Gad Lerner ed Enrico Deaglio.

Basta poco per sentirsi soli, uscito una prima volta per un piccolo editore siciliano nel 1986, ristampato da edizioni e/o nel 1991 e nel 1995 per poi uscire di catalogo, “è uno scrigno di gioielli rari, veri e propri pezzi di bravura in cui l’autrice mostra tutta la sua intelligenza e la sua umanità”. Scrittori sull’orlo di una crisi di nervi, poeti frustrati dall’assenza di lettori, sconosciuti che sanno solo pretendere senza mai ascoltare, semplici lettori disorientati a cui dare un consiglio: sono queste, e altre ancora, le presenze che dalla vita quotidiana dell’autrice discendono per divenire protagonisti di racconti.

Il titolo verrà ripubblicato con una nuova prefazione di Benedetta Centovalli e con una postfazione di Giulia Tettamanti.

 

 

Commenti