"La lettura vuole la disponibilità della voce, ma anche il contatto visivo con il pubblico. Più ti allontani da questa relazione, più questa diventa un 'fatto teatrale'. Più i bambini sono piccoli, più il contatto deve essere anche fisico, tattile, alla stessa altezza… a terra!". Come leggere nel modo giusto a un gruppo di bambini? I consigli di un'esperta, Elia Zardo, che seleziona per il sito Milkbook.it anche 10 libri illustrati perfetti da leggere ad alta voce

Milkbook.it è un sito da scoprire, nato da un’idea di Francesca Tamberlani, sociologa, giornalista professionista e web writer romana, per “aiutare mamme, papà, educatori e adulti in generale a selezionare, riconoscere e proporre ai bambini libri e app di qualità”. Tra gli ultimi contenuti pubblicati, l’intervista a Elia Zardo, insegnante elementare per 20 anni, che nel 1995 ha dato vita, con alcune colleghe, all’Associazione Culturale La Scuola del Fare, di cui è presidente.

Nell’articolo, dal titolo Leggere nel modo giusto a un gruppo di bambini, ha raccontato che “proprio a scuola” è iniziato il suo “percorso di ‘lettrice’, che poi si è sviluppato come animatrice, ideatrice di incontri con i libri e la lettura, a partire dal progetto ‘Una città per i libri’ nel 1992”.

Ma come prepararsi a una lettura di gruppo dedicata ai più piccoli? L’esperta in materia sottolinea l’importanza di “fare la scelta dei libri ’giusti’ che possano rispondere all’interesse di quei bambini che andrai a incontrare, in base all’età, al contesto, al tempo a disposizione, al luogo dove questo incontro avverrà; e poi fare una lettura che sia immaginativa, che lasci il tempo di entrare nella storia e che usi tutti i toni, le altezze, le pause e le dinamiche che la voce permette di esprimere. La prima animazione è la voce che legge, e poi c’è il progetto del libro”.

leggere, libri, libro, lettori, lettrice, bambini
LEGGI ANCHE – “Leggere insieme rafforza il legame affettivo”. Su ilLibraio.it la storia di una maestra speciale

Tante riflessioni utili concrete (ad esempio su come mantenere viva l’attenzione dei bambini e dei genitori durante una lettura), quelle proposte da Elia Zardo che, tra le altre cose, aggiunge: “La lettura vuole la disponibilità della voce, ma anche il contatto visivo con il pubblico. Più ti allontani da questa relazione, più questa diventa un ‘fatto teatrale’. Più i bambini sono piccoli, più il contatto deve essere anche fisico, tattile, alla stessa altezza… a terra!”.


La Schiappa, ma non solo: il Castoro e l’arte dell’editoria per bambini e ragazzi 

Infine, Zardo regala al sito una lista di “10 libri illustrati perfetti da leggere ad alta voce”, che riportiamo qui di seguito:

1. Gigi cerca il suo berretto, Bruno Munari, Corraini
2. Pietro Pizza, William Steig, Salani
3. E adesso, che succede?, Tove Jansson, Salani
4. A sbagliare le storie, Gianni Rodari e Alessandro Sanna, Emme Edizioni
5. L’albero alfabeto, Leo Lionni, Babalibri
6. Il soldatino del pim pum pà, Mario Lodi e Michele Rocchetti, Orecchio acerbo
7. Poesiafumetto 3, Pietro Formentini, Nuove edizioni romane
8. Tararì Tararera, Emanuela Bussolati, Carthusia
9. L’autobus di Rosa, Fabrizio Silei e Maurizio Quarello, Orecchio acerbo
10. La riparazione del nonno, Stefano Benni, Orecchio acerbo


Promozione della lettura o promozione del lettore? – di Stefano Mauri 

Commenti