Le crisi umanitarie provocano urgente bisogno di cibo, abiti, assistenza sanitaria. Ma, allo stesso tempo, i rifugiati, per non smarrire la speranza, hanno bisogno di informazioni, cultura, istruzione, libri. E il progetto Ideas Box (scatole, connesse a internet, che contengono libri, film, materiale scolastico...), che si sta sperimentando in Burundi, può essere la soluzione - Video e particolari

Le crisi umanitarie provocano urgente bisogno di cibo, abiti, assistenza sanitaria e non solo. Ma, allo stesso tempo, i rifugiati, per non smarrire la speranza, hanno bisogno di informazioni, cultura, istruzione, libri. E il progetto Ideas Box, che si sta sperimentando in Burundi, può essere la soluzione.

Come spiega il sito di Libraries Without Borders, l’associazione, in collaborazione con l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ha promosso il progetto. Si tratta di veri e propri box portatili, che contengono gli strumenti necessari per leggere, scrivere, creare, informarsi e comunicare. Ogni scatola è connessa a internet ed è facilmente trasportabile.

In queste scatole sono contenuti strumenti scolastici (anche per l’apprendimento digitale, sia per bambini sia per gli adulti); e c’è spazio, tra l’altro, per i libri (sia cartacei, sia e-reader e ebook), i film, telecamere, computer, videogiochi, tv…

boxopen

Maggiori dettagli sul progetto qui.

LEGGI ANCHE:

Una biblioteca nel campo profughi di Calais. In cerca di donazioni per gli immigrati

Commenti