L'ennesima, fortissima, terribile scossa di terremoto. E quell'immagine che ha fatto il giro del mondo: il crollo della basilica di Norcia. Ma Brunello Cucinelli, imprenditore illuminato, molto vicino ai benedettini, annuncia: "Norcia fu distrutta dal terremoto del 1702. La ricostruiremo come fecero i nostri antenati"

L’ennesima, fortissima, terribile scossa nel centro-Italia. Un’agonia che sembra interminabile, quella che vivono le popolazioni delle zone colpite dal terremoto. E quell’immagine che ha fatto il giro del mondo: il crollo della basilica di Norcia.

Come racconta il Sole 24 Ore, però, ci sarebbe la possibilità di ricostruirla, grazie all’aiuto di un imprenditore perugino illuminato, Brunello Cucinelli, che ha come padre spirituale Folson Cassian, il priore americano del monastero di San Benedetto.


LEGGI ANCHE – Un “bonus cultura” per i dipendenti. Il regalo del “re” del cashmere

“Sono afflitti. È comprensibile. Si sono salvati perché si erano trasferiti nel monastero fuori le mura. E continuano a ripetere che tutte le chiese sono distrutte”. Cucinelli ha parlato con i monaci, e li racconta così. Poi annuncia: “Suoneremo il requiem quando inaugureremo di nuovo la chiesa e il convento: sono affezionatissimo a questo luogo, e avevo aiutato i frati ad allargare le loro cellette, ristrutturare la cucina, imbiancare la sala da pranzo, creare una piccola fabbrica di birra. Glielo avevo promesso prima della quotazione in Borsa: pregate per me e se filerà tutto liscio finanzierò i lavori di ristrutturazione”.


La fede davanti al terremoto. Il biblista: “Nessun castigo divino. Dio crea, non distrugge” – di Alberto Maggi

Cucinelli, molto amato dai dipendenti, aggiunge: “Anche le calamità hanno un anima, diceva Aristotele. La terra è materia viva, non può stare ferma. Norcia fu distrutta dal terremoto del 1702. La ricostruiremo come fecero i nostri antenati. E poi trovo straordinario che sia rimasta in piedi la facciata, col il suo rosone e le statue di Benedetto e di sua sorella, Santa Scolastica. Dopo questa catastrofe, anche la regola benedettina ritroverà nuovo slancio”.

Commenti