"Dopo due anni di intensa e proficua collaborazione nel Gruppo Messaggerie Italiane, Vincenzo Russi, in pieno accordo con l’Amministratore Delegato Alberto Ottieri e il Vice Presidente Stefano Mauri, lascia il ruolo di Chief Digital Officer" - I dettagli

Dopo due anni d’intensa e proficua collaborazione nel Gruppo Messaggerie Italiane, Vincenzo Russi, in pieno accordo con l’Amministratore Delegato Alberto Ottieri e il Vice Presidente Stefano Mauri, lascia con decorrenza 31 marzo 2015 il ruolo di Chief Digital Officer per intraprendere, al di fuori del Gruppo, nuove e innovative sfide nelle tecnologie avanzate e ingegneria di sistemi”.
“Tale decisione – si legge in un comunicato – è nata dalla comune consapevolezza che nell’area Digital si è concluso un percorso governato dalla Holding e si sta sviluppando un rinnovato impegno nelle società operative. Grazie anche al contributo di Vincenzo Russi, Messaggerie Italiane ha infatti accelerato il suo processo di digitalizzazione realizzando importanti e tangibili progetti nelle differenti aree presidiate dal Gruppo: Editoria, Distribuzione e Retail”.
“Il Gruppo che si avvale in misura sempre più crescente di un robusto impianto digitale, può contare sulle migliori competenze dirette in ciascuna società operativa. Confermano la bontà di questo percorso il posizionamento di GeMS nel mercato degli e-book con una quota del 18% e l’incremento del 45% nel corso del 2014, dati che testimoniano una eccellente penetrazione nel nuovo mercato digitale. Nell’e-commerce la controllata IBS con il fatturato di 95 milioni di euro nel 2014 si conferma come leader in Italia nell’e-commerce del libro e registra risultati positivi di crescita nella distribuzione di Tolino, l’e-reader europeo che in Germania ha già superato Kindle”.

Commenti