In Germania un editore ha pubblicato un dizionario illustrato, "Das Willkommens-ABC", per insegnare il tedesco (e l'inglese) ai bambini siriani e alle loro famiglie. L'ebook è scaricabile gratuitamente e chi ha partecipato al progetto lo ha fatto su base volontaria, senza essere pagato - Tutti i particolari

Per facilitare l’integrazione dei profughi siriani, un autore e un’illustratrice tedeschi hanno pensato di creare un dizionario illustrato che contiene circa 150 disegni che corrispondono alle 150 parole di uso più comune in tedesco e in inglese.

L’idea è venuta ad Anna Karina Birkenstock, un’illustratrice tedesca che, lavorando in un campo profughi, per farsi comprendere dai rifugiati, girava con un blocco e una matita e disegnava gli oggetti a cui si riferiva. Gli altri volontari, invece, che non sapevano disegnare, erano costretti a usare dizionari illustrati commerciali. Anna ha così coinvolto l’autore Casper Amster e altri 25 illustratori e ha creato un dizionario illustrato che contiene le parole di uso comune: “ABC di benvenuto” (Das Willkommens-ABC) dunque. Il libro si rivolge ai bambini siriani, ma può essere molto utile anche agli adulti.

photo welcome abcs

Come riportato dal sito Bustle.com, dal libro, uscito prima in versione cartacea presso l’editore di Monaco arsEdition, il programmatore Enrico Gazzano ha prodotto l’ebook e la app usando PubCoder; visto che molti profughi che arrivano hanno già uno smartphone, Gazzano ha reso disponibile gratuitamente l’app sia per Apple che per Android e ha aggiunto alle immagini e alle parole, i file audio in inglese e tedesco.

L’editore arsEdition ha sottolineato che la mancanza di una lingua comune è uno dei principali ostacoli all’integrazione e si auspica che questo strumento diminuisca lo sforzo, rendendo più facile la comunicazione tra le famiglie siriane e i loro vicini.

Das Willkommens-ABC è stato premiato alla Frankfurt Book Fair lo scorso ottobre e la cosa più bella di questo progetto, oltre al fatto che aiuta le famiglie di immigrati, è che tutti le persone coinvolte nel progetto hanno lavorato gratuitamente e che l’ebook è liberamente scaricabile dal sito dell’editore.

 

Commenti