La casa editrice del gruppo Mondadori, con 75 anni di storia alle spalle, cresce con l’acquisizione di Abscondita, raffinato editore milanese. Rosanna Cappelli assume la carica di Ad - I dettagli

Electa, storica casa editrice protagonista del panorama artistico e museale italiano, cresce con l’acquisizione di Abscondita, raffinato editore milanese degli scritti di artisti, della letteratura dell’arte.

Come ricorda il comuniciato, Electa, nata nel 1945 per intuizione dello storico dell’arte Bernard Berenson, nel tempo ha affiancato al suo ruolo di editore, specializzato nell’architettura e nelle arti visive, le attività legate all’organizzazione di eventi espositivi, alla gestione di servizi aggiuntivi per i musei – tra cui le librerie su tutto il territorio nazionale – e da ultimo, la creazione di linee di merchandising progettate in obbedienza agli insegnamenti del migliore design nazionale e internazionale.

Il suo catalogo accoglierà ora anche la serie dei libri “senza tempo” di Abscondita, con la copertina nera: testi inediti e spesso introvabili, che raccolgono pensieri e riflessioni di pittori, scultori e architetti accompagnati da saggi critici di fondamentale importanza.

L’acquisizione di Abscondita è una delle novità di Electa, nel 2020. A 75 anni dalla sua fondazione, la casa editrice si riappropria della sua denominazione originaria. E il primo gennaio 2020 nasce Electa S.p.A., società presieduta da Antonio Porro, vicepresidente e amministratore delegato di Mondadori Libri. Rosanna Cappelli assume la carica di amministratore delegato e diventa presidente di Abscondita: “L’intento è di rafforzare l’identità di un marchio illustre che opera da decenni nel settore delle arti visive e dei beni culturali, non solo attraverso i cataloghi che pubblica, con scelte che consentano di scoprire o riscoprire i mondi avventurosi della ricerca, della letteratura, del fare arte, senza trascurare le sperimentazioni grafiche, tipografiche dei libri unici”, così Cappelli.

Commenti