Nell'anno del ventennale di Einaudi Stile Libero, l'editor Luca Briasco ha deciso di chiudere la sua collaborazione ormai decennale

Nell’anno del ventennale di Stile Libero, la collana di Einaudi  fondata nel 1996 da Severino Cesari e Paolo Repetti (già insieme nel progetto indipendente Theoria, che chiuse l’anno prima) da tempo considerata un marchio a sé, l’editor Luca Briasco ha deciso di chiudere la sua collaborazione ormai decennale.

Dal luglio scorso, dunque, Briasco non è più consulente di Stile Libero, principalmente nell’ambito della narrativa straniera, ma anche di quella italiana. A sorpresa, l’editor ha scelto di dedicarsi a nuovi progetti e collaborazioni: “Continuerò a lavorare al servizio delle storie”, si limita a spiegare.

Americanista e traduttore, nel 2011 Briasco ha pubblicato con Einaudi il saggio La letteratura americana dal 1900 a oggi, scritto con Mattia Carratello.


LEGGI ANCHE – Editoria, 20 anni di (Einaudi) Stile Libero 

Commenti