Nasce dall’Associazione Italiana Editori e Frankfurter Buchmesse l’iniziativa Frankfurt-Milan Fellowship, che sancisce una collaborazione tra Tempo di Libri e Frankfurter Buchmesse - I dettagli

Nasce dall’Associazione Italiana Editori e da Frankfurter Buchmesse l’iniziativa Frankfurt-Milan Fellowship, che sancisce una collaborazione tra Tempo di Libri, Fiera internazionale dell’editoria, e Frankfurter Buchmesse, la principale manifestazione del settore librario a livello mondiale; il Frankfurt-Milan Fellowship porterà a Milano (nell’occasione di fieramilanocity) il 6 e 7 marzo una delegazione di operatori stranieri che ha partecipato lo scorso ottobre al programma di gemellaggio della Buchmesse.

L’intento è quello di presentare in un contesto esclusivo l’editoria italiana e di contribuire al consolidamento del carattere internazionale di Tempo di Libri. Commenta il presidente dell’Aie Ricardo Franco Levi: “L’internazionalità è un asse fondamentale per Tempo di Libri. La collaborazione con Buchmesse, riconosciuta unanimemente come l’evento per eccellenza dell’industria editoriale libraria a livello mondiale, rende il progetto particolarmente prestigioso e rappresenta un’occasione straordinaria per l’internazionalizzazione del nostro settore”.
“La partnership con Tempo di Libri consente ai partecipanti al Fellowship di conoscere a fondo la nuova fiera internazionale del libro di Milano e il mercato del libro italiano”, ha detto Juergen Boos, direttore della Frankfurter Buchmesse. “Per 20 anni, il Frankfurt Fellowship Programme ha riunito editori, agenti e editor di 16 Paesi. Questo ha portato allo sviluppo di una vivace rete industriale”.

Il Frankfurter Buchmesse Fellowship Programme offre numerosi collegamenti nel mondo dell’editoria internazionale: durante gli ultimi 19 anni sono stati coinvolti 288 partecipanti provenienti da 57 Paesi. Il programma si concentra sul dialogo professionale, sullo scambio di informazioni e sulla creazione di collegamenti tra giovani editori internazionali.

Giovani editor e rights manager provenienti da Intermedio Editores (Colombia), Belleville editions/ Hugo & Cie (Francia), Marsilio (Italia), Iwanami Shoten Publishers (Giappone), Harper Collins Holland (Paesi Bassi), Granta & Portobello Books (Regno Unito), Rosman (Russia), New Direction (Stati Uniti), conosceranno più da vicino il mercato editoriale italiano per instaurare e consolidare rapporti con l’Italia attraverso presentazioni del settore, visite a case editrici e librerie e attraverso la partecipazione al MIRC dall’8 al 10 marzo.

Il progetto è reso possibile grazie al contributo di Aldus, il network europeo delle Fiere del Libro coordinato da AIE, di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, e di Fondazione Fiera Milano.

Commenti