"L'approdo" di Shaun Tan si compone di sole immagini, illustrazioni che imitano vecchie fotografie e tratteggiano, in una narrazione silenziosa ed evocativa, la storia di ogni uomo che in ogni epoca e in ogni luogo ha dovuto migrare, lasciare i suoi cari, e partire in cerca di fortuna

L’approdo di Shaun Tan (Tunué), disegnatore, illustratore, fotografo e scrittore di origini australiane, è una graphic novel “silenziosa”, composta di sole immagini non accompagnate da parole. Racconta la vicenda di un migrante, che lascia la famiglia, per andare a cercare lavoro in un paese straniero. La sua storia è la storia universale di ogni migrante, che si è trovato a dover percorrere questo stesso difficile cammino.

l-approdo-shaun-tan

L’approdo è una narrazione silenziosa, la cui vicenda si svolge in un tempo lontano, e racconta di un uomo, che co­stretto dall’indigenza, lascia la moglie e la figlia per intraprendere un lungo viaggio da migrante. Ad attenderlo un mondo nuovo vi­sto con lo sguardo emotivo del viaggiatore che frammi­schia a immagini di oggetti cari, animali eso­tici, strumenti musicali e abiti, un immagi­nario magico, surreale, dove la perdita e l’ignoto danzano con la speranza.

shaun tan approdo illustrazione

Il libro si sfoglia come un album di vecchie foto: le immagini, concepite per richiamare l’aspetto di vecchie fotografie in bianco e nero o color seppia e poste in ordine cronologico, raccontano la storia solo attraverso la giustapposizione, senza bisogno di parole. Le figure umane sono spesso fotorealistiche, mentre gli ambienti appaiono surreali ed evocativi, e le architetture hanno qualcosa tanto di storico, quanto di futuristico: l’effetto è quello di raccontare una storia individuale e realistica, ma senza dare al protagonista tratti specifici e senza definire il tempo e luogo in cui vive.

approdo shaun tan partenza

Shaun Tan per realizzare L’approdo ha svolto ricerche per diversi anni, raccogliendo e componendo materiale legato a storie di migrazioni avvenute in luoghi ed epoche diverse, per arrivare a raccontare l’emigrazione da un punto di vista universale, e quando infine ha pubblicato il libro gli è valso la vittoria di numerosi premi, fra cui quello per il miglior libro al festival di Angoulême, la più grande manifestazione dedicata al fumetto in Europa.

l'approdo shaun tan città

Il suono del mondo a memoria

LEGGI ANCHE – Graphic novel, un racconto intimista di New York

Commenti